Qualche ora fa, vi abbiamo fatto leggere le prime entusiastiche reazioni post-proiezione di The Irishman, il nuovo film di Martin Scorsese, al NYFF.

Come noto il film ha avuto un iter abbastanza travagliato passando dalle mani di una Paramount spaventata dall’elevato costo della pellicola a quelle di Netflix.

E durante la conferenza stampa del film al Festival di New York il leggendario cineasta ha elogiato il colosso dello streaming per aver rischiato e sostenuto finanziariamente il suo progetto:

Per anni non siamo riusciti a trovare i finanziamenti necessari. Poi alla fine è arrivato Ted Sarandos. La ILM aveva trovato una soluzione per il procedimento di ringiovanimento digitale che non avrebbe interferito con la recitazione di Bob, Al e Joe che non dovevano interagire fra loro indossando degli elmetti o delle palle da tennis sulla faccia. Davvero, avevo detto che non ce l’avremmo fatta. Avevamo fatto un test qualche anno fa, un esperimento costoso. Ma Ted e tutti a Netflix hanno detto che avrebbero sostenuto la spesa. Hanno effettivamente fornito il budget, finanziato il film ed erano perfettamente allineati con noi dal punto di vista creativo. Non ci sono state interferenze di sorta – qualche nota di tanto in tanto che poi abbiamo discusso. È un ibrido interessante, un film che può essere visto a casa, o al cinema o solo ai festival. È uno straordinario periodo di cambiamento. E ci sembrava che dovessimo fare questo film in primis per noi.

La sinossi ufficiale di The Irishman di Martin Scorsese:

Robert De Niro, Al Pacino e Joe Pesci sono i protagonisti di THE IRISHMAN di Martin Scorsese, un’epica saga sulla criminalità organizzata nell’America del dopoguerra, raccontata attraverso gli occhi del veterano della Seconda Guerra Mondiale, Frank Sheeran – imbroglione e sicario – che ha lavorato al fianco di alcune delle figure più importanti del 20° secolo. Il film racconta, nel corso dei decenni, uno dei più grandi misteri irrisolti della storia americana, la scomparsa del leggendario sindacalista Jimmy Hoffa, e ci accompagna in uno straordinario viaggio attraverso i segreti del crimine organizzato: i suoi meccanismi interni, le rivalità e le connessioni con la politica tradizionale.

Nel cast Al Pacino, Robert De Niro e Joe Pesci, ma anche Ray Romano, Jack Huston, Bobby Cannavale, Stephen Graham, Harvey Keitel e Kathrine Narducci.

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!

Consigliati dalla redazione