Attenzione: la notizia che segue contiene spoiler su Joker


 

Se avete già visto Joker, il film di Todd Phillips con Joaquin Phoenix, vi starete ponendo svariate domande fra le quali probabilmente figurano “Quello che vediamo nel film è tutta un’allucinazione di Arthur Fleck?” e “Il personaggio di Phoenix è davvero il figlio di Thomas Wayne?”.

Brett Cullent, che nella pellicola interpreta proprio il padre del futuro Batman, ne ha discusso insieme all’Hollywood Reporter fornendo una visione che mantiene un’aura di ambiguità:

C’è questa storia di fondo secondo la quale la madre di Arthur ha lavorato per Thomas nella magione degli Wayne era una bella donna e i due sono finiti per avere una relazione fisica. Poi nel film ci viene mostrato come lei sia stata ricoverata in un istituto d’igiene mentale e, nella mia testa, è stato proprio Thomas a mettercela. L’idea che Joker sia un figlio illegittimo che non ha ricevuto nulla dagli Wayne finisce per essere una motivazione molto convincente all’odio che prova. Il film ti fa stare dalla parte di Arthur quando lo vedi soffrire insieme alla madre.

E voi? Quale idea di siete fatti in materia? Ditecelo nei commenti!

La sinossi ufficiale:

“Joker” del regista Todd Phillips è incentrato sulla figura dell’iconico villain, ed è uno standalone originale, diverso da qualsiasi altro film apparso sul grande schermo fino ad ora. L’esplorazione di Phillips su Arthur Fleck, interpretato in modo indimenticabile da Joaquin Phoenix, è quella di un uomo che lotta per trovare la sua strada in una società fratturata come Gotham. Durante il giorno lavora come pagliaccio, di notte si sforza di essere un comico di cabaret… ma scopre che lo zimbello sembra essere proprio lui. Intrappolato in un’esistenza ciclica sempre in bilico tra apatia e crudeltà, Arthur prenderà una decisione sbagliata che provocherà una reazione a catena di eventi, utili alla cruda analisi di questo personaggio.

 

Consigliati dalla redazione