Qui su BadTaste.it segnaliamo spesso i fan poster più suggestivi che troviamo in rete, e questa settimana non possiamo non dare spazio ai tre lavori dedicati a Joker da Federico Mauro, direttore creativo di Vertigo Comunicazione e già finito diverse volte sulle nostre pagine grazie ai suoi splendidi artwork.

Abbiamo chiesto a Federico di parlarci della genesi dei tre poster che ha pubblicato sui suoi social nei giorni scorsi:

Ho amato molto il film e come sempre mi succede ogni volta che vedo qualcosa che tocca le mie corde mi viene spontaneo omaggiarlo con una creazione. Devo ammettere che non ci dedico troppo tempo, anche per questo quando le riguardo già dopo qualche ora mi accorgo di tante imprecisioni o di cose buttate un po’ così. Ma credo che questo sia anche parte dello spirito della creazione. Pensa che a qualcuno dà fastidio chiamarle FanArt! Preferiscono usare ‘artwork’, illustrazione o semplicemente “poster”. Immagino perchè usare la parola ‘Fan’ sia un modo di sminuire la componente ‘artistica’… Invece per me sono proprio questo: degli omaggi, fatti da un fan, con tanta passione e un po’ di tempo per lavorarci, per cui non ho alcun problema a definirle così. Io le realizzo soprattutto di sera e al portatile, quasi sempre poco dopo aver visto il film, quando le sue suggestioni mi tornano in mente e comincio a codificare meglio le emozioni che mi ha lasciato. Mi metto allora alla ricerca delle foto disponibili a qualità decente. E spesso, purtroppo, non ce ne sono molte! Ma appena vedo quell’immagine che mi suggerisce un’idea, o un impianto visivo, ci lavoro di getto, subito. Non faccio mai troppe versioni, solitamente quella che vedi è la prima cosa che mi è venuta in mente. Non impiego mai più di un paio d’ore per realizzarle. È un processo davvero semplice, banale e spontaneo, nemmeno riesco a spiegarlo bene… Ma ammetto che mi diverto molto quando poi verifico, ogni tanto, di aver toccato delle corde di qualcuno a mia volta. Aver suggerito uno sguardo diverso su una storia o aver evidenziato un momento particolare che provo a rielaborare a modo mio.

Ma, ripeto, considero queste cose nulla più che un semplice “divertissement” anche se devo registrare che sui social è un fenomeno globale che tira fuori cose meravigliose (non parlo delle mie ovviamente) e che sta trovando un suo spazio comunicativo e finanche editoriale, se vogliamo. Ma è solo la riprova che è l’amore viscerale per qualcosa ad alimentare la creatività. O, almeno, per me funziona così.

Sulle idee delle FanArt, due insistono molto sulla duplicità/doppiezza del personaggio. Mi piaceva l’idea di far convivere nella stessa immagine le due facce del personaggio, in una, quella della scala, mi piaceva pensare a due figure umane distinte e reali, destinate all’incontro/scontro. L’altra, quella di spalle, è uno dei momenti più belli del film secondo me. È quell’attimo prima dell’entrata in scena di Joker. Il pubblico ancora non lo conosce e lui, concentratissimo, sta preparando il suo ingresso…

Potete vedere le immagini qui sotto:

 

 

Joker, una selezione dei nostri approfondimenti:

La sinossi ufficiale:

“Joker” del regista Todd Phillips è incentrato sulla figura dell’iconico villain, ed è uno standalone originale, diverso da qualsiasi altro film apparso sul grande schermo fino ad ora. L’esplorazione di Phillips su Arthur Fleck, interpretato in modo indimenticabile da Joaquin Phoenix, è quella di un uomo che lotta per trovare la sua strada in una società fratturata come Gotham. Durante il giorno lavora come pagliaccio, di notte si sforza di essere un comico di cabaret… ma scopre che lo zimbello sembra essere proprio lui. Intrappolato in un’esistenza ciclica sempre in bilico tra apatia e crudeltà, Arthur prenderà una decisione sbagliata che provocherà una reazione a catena di eventi, utili alla cruda analisi di questo personaggio.

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!

Consigliati dalla redazione