Robert Pattinson, il nuovo Batman della DC Comics – Warner, ha chiacchierato con il New York Times a margine della promozione stampa di The Lighthouse, il nuovo film prodotto dalla A24 e diretto da Robert Eggers.

Chiaramente l’intervista si è trasformata in una ghiotta occasione per parlare anche dell’Uomo Pipistrello, dando all’attore la possibilità di parlarne e di mettere in relazione il recente casting per il cinecomic con l’esperienza delle reazioni negative dei giorni in cui era entrato a far parte del cast di Twilight.

Ecco alcuni passaggi dell’articolo:

Hai detto che avevi previsto delle reazioni al vetriolo dopo la notizia del casting per Batman 

Forse ormai mi sono abituato a questi abusi. Almeno questa volta non ho ricevuto minacce di morte – direi che la situazione è migliorata! È buffo come le persone si siano arrabbiate per Twilight. Una cosa che non ho mai veramente capito.

Cosa ti eccita di più al pensiero di interpretare Batman?

Amo il regista, Matt Reeves e si tratta di un personaggio straordinario. Ha una morale decisamente ambigua, per così dire. Non è il classico “ragazzo d’oro”, qualità che spesso hanno altri personaggi dei fumetti. Ma c’è una peculiare semplicità intorno alla sua visione del mondo, solo che si colloca in questa zona strana che ti permette di lavorare col personaggio.

Hai appena esitato un po’.

È solo che ho paura che, appena dico qualcosa su Batman, le persone poi iniziano a scrivere “Cosa significa?”. Non lo so! Ho imparato a censurarmi abbastanza nel corso del tempo, ma nel corso degli anni ho detto talmente tante robe ridicole che, quando mi ritrovo a promuovere questi film, sono sempre molto curioso di constatare quante volte riuscirò a fare dei casini. Batman non è un eroe. È un personaggio complicato. Sai, per quel che mi riguarda non credo che potrei mai interpretare un eroe nel senso canonico del termine, ci dev’essere sempre qualcosa di “sbagliato”. Credo dipenda anche dal fatto che ho un occhio più piccolo dell’altro.

Robert Pattinson “VS” Paul Dano: l’attore de Il Petroliere sarà l’Enigmista in The Batman

Nelle ore scorse abbiamo appreso che sarà Paul Dano a interpretare l’iconico villain nella pellicola di Matt Reeves.

Al cinema, in passato l’Enigmista ha avuto il volto di Jim Carrey in Batman Forever mentre nella serie tv degli anni sessanta venne interpretato da Frank Gorshin e John Astin. Nei fumetti il personaggio si chiama Edward Nygma, ma nel film di Matt Reeves si chiamerà Edward Nashton.

The Batman uscirà il 21 giugno 2021: le riprese inizieranno a gennaio 2020 e si svolgeranno a Londra. Il film di Reeves mostrerà un Batman nei suoi anni formativi e metterà in evidenza il suo carattere di investigatore.

A produrre la pellicola vi sarà Dylan Clark (produttore della trilogia del Pianeta delle Scimmie). Alla sceneggiatura, insieme a Reeves, anche Mattson Tomlin.

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti o sul forum!