Se inizialmente Roland Emmerich aveva pensato a due sequel di Independence Day, il risultato finale, Independence Day: Rigenerazione, non sembra aver soddisfatto nessuno: la critica, il pubblico (costato 165 milioni più le spese di marketing e distribuzione, ne ha raccolti 386 nel mondo di cui solo un centinaio negli USA) e lo stesso Roland Emmerich.

Parlando a Yahoo, infatti, il regista spiega che la volontà iniziale di realizzare un sequel era legata al desiderio di replicare il successo del primo film, ma che gli incidenti di percorso avvenuti durante lo sviluppo del film avrebbero dovuto convincerlo che sarebbe stato meglio desistere:

Volevo fare un film esattamente come il primo, ma nel bel mezzo della produzione Will Smith ci ha abbandonati perché voleva realizzare Suicide Squad. A quel punto mi sarei dovuto fermare e non fare il film, perché la sceneggiatura era migliore. Invece ho dovuto riscrivere il film molto velocemente. Invece avrei semplicemente dovuto dire no, perché all’improvviso mi trovavo davanti a una cosa che ho sempre criticato: un semplice sequel.

Questo dovrebbe chiarire perché è alquanto improbabile, se non impossibile, che la saga prosegua con un terzo film.

Nel frattempo il regista sta per tornare sullo schermo con un nuovo blockbuster, questa volta ambientato nella Seconda Guerra Mondiale: Midway, in uscita il 28 novembre nei cinema italiani.

Cosa ne pensate? Potete commentare qui sotto o sul forum.

 

Consigliati dalla redazione