Perché Owen Shaw, interpretato da Luke Evans, non è comparso in Fast & Furious: Hobbs & Shaw? La risposta è molto semplice, come dichiarato dal regista David Leitch: semplicemente non c’era spazio per lui.

Lo spin-off del franchise di Fast & Furious, ricordiamo, è disponibile in home video negli Stati Uniti da ieri, perciò la stampa ha avuto modo di partecipare a un nuovo tour promozionale.

Screenrant ha chiesto al regista che fine ha fatto il fratello del personaggio di Jason Statham e la risposta è stata la seguente:

Non lo so. Non avevo in mente una storia per il personaggio di Owen o un’idea di dove potesse essere nel frattempo. Ma sono certo che stia facendo qualcosa nell’universo di Shaw con Queenie, pronto a tornare in questo mondo in qualunque momento. Questo è certo.

Fast & Furious: Hobbs & Shaw è arrivato al cinema l’8 agosto 2019. In home video in Italia arriverà il 3 dicembre.

Questa la sinossi:

Da quando il corpulento veterano del dipartimento di polizia Hobbs (Johnson), fedele agente del Diplomatic Security Service americano, e il fuorilegge Shaw (Statham), ex membro delle forze speciali britanniche, si sono affrontati per la prima volta nel settimo episodio del 2015, i due si sono scambiati battute e non si sono risparmiati colpi bassi nel tentativo di annientarsi a vicenda.

Ma quando l’anarchico Brixton (Idris Elba), cyber-geneticamente potenziato, ottiene il controllo di una insidiosa arma biologica che potrebbe modificare per sempre l’umanità – e riesce a surclassare una brillante e indomita agente del MI6 (Vanessa Kirby della serie TV The Crown), che oltretutto è la sorella di Shaw – questi due nemici giurati saranno costretti ad allearsi per annientare l’unico cattivo che potrebbe essere ancor più cattivo di loro.

Il film spalanca una nuova porta nell’universo di Fast propagando l’azione tipica della serie in tutto il mondo, da Los Angeles a Londra e dalle desolate e tossiche lande di Chernobyl, alla lussureggiante bellezza delle Isole Samoa.

Diretto da David Leitch (Deadpool 2) da una sceneggiatura del navigato architetto della narrativa della saga Chris Morgan, il film è prodotto da Morgan, Johnson, Statham e Hiram Garcia. I produttori esecutivi sono Kelly McCormick, Dany Garcia, Steven Chasman, Ethan Smith e Ainsley Davies.