Quando Steven Spielberg ha scoperto che la Paramount stava sviluppando un film sui Bee Gees a sua insaputa, non ha preso bene la notizia.

Il regista e produttore aveva cercato di far decollare un film dedicato alla celebre band australiana per molti anni prima attraverso la Dreamworks e poi più di recente con la Amblin (le prime notizie arrivarono circa dieci anni fa).

Il progetto è però passato silenziosamente alla Paramount tramite Graham King, il produttore di Bohemian Rhapsody attraverso un accordo stretto con l’ex dirigente della Dreamworks Stacey Snider e la sua nuova compagnia Sister.

Nessuno ha però portato aggiornato Spielberg, che stando ad alcune fonti credeva di essere ancora coinvolto come produttore. L’amministratore delegato della Paramount Jim Gianopulos ha così steso un accordo per ritagliare uno spazio per Spielberg e la Amblin nel progetto.

Un portavoce dello studio ha infatti confermato che la Amblin finanzierà il 25% del film, mentre la Paramount e la Sister si divideranno il resto.

La Paramount, che ha distribuito il film biografico su Elton John a inizio anno, ha acquistato i diritti della storia dei Bee Gees lo scorso ottobre.

I Bee Gees sono stati un gruppo musicale britannico che si è formato in Australia nel 1958. La band era composta dai fratelli Barry, Robin e Maurice Gibb. Barry Gibb, di 73 anni, è l’unico componente rimasto in vita dopo che Maurice è deceduto per complicazioni dovute a un blocco intestinale all’età di 53 anni, mentre Robin a causa di un cancro all’età di 62.

Consigliati dalla redazione