Secondo alcuni fan critici nei confronti di Star Wars: Gli Ultimi Jedi, il ritorno di JJ Abrams per la regia di Star Wars: L’Ascesa di Skywalker è un tentativo della Lucasfilm di tornare a giocare sul sicuro per il finale della saga di nove film. Ma il regista ora smentisce questa teoria sulle pagine di Total Film (via io9):

In Episodio 7 ho seguito un approccio che mi sembrava corretto per Star Wars. Cercavo un linguaggio visivo, come girare in location e usare il meno possibile gli effetti visivi prediligendo gli effetti speciali sul set. E continueremo così in Episodio IX, anche se mi sono trovato a fare delle cose che non sono sicuro che avrei provato a fare in Episodio VII.

A quanto pare è stato proprio Rian Johnson a stimolare Abrams a osare di più:

È stato Rian ad aiutarmi a ricordarmi che è per questo che lavoriamo a questi film: non per fare semplicemente qualcosa che è già stato visto prima. Non dirò che mi sono sentito costretto o limitato nel fare Episodio VII, ma all’epoca mi sono ritrovato a desiderare di fare qualcosa che fosse più coerente con la trilogia originale. Con Episodio IX, invece, mi sono ritrovato a pensare di dover osare di più.

LEGGI ANCHE

Star Wars: L’Ascesa di Skywalker sarà al cinema il 18 dicembre 2019.

Nel cast torneranno Mark Hamill (Luke Skywalker), Anthony Daniels (C-3PO), Billy Dee Williams, Carrie Fisher (grazie a materiale d’archivio) e ovviamente i nuovi protagonisti Daisy Ridley, Adam Driver, John Boyega, Oscar Isaac, Domhnall Gleeson, Kelly Marie Tran, Joonas Suotamo, Billie Lourd (figlia di Carrie Fisher), Lupita Nyong’o.

Nuovi membri del cast saranno Naomi Ackie, Keri Russell e Richard E. Grant.

Scritto da Abrams con Chris Terrio, il film è prodotto da Kathleen Kennedy, Abrams e Michelle Rejwan.

Nella troupe John Williams (colonna sonora), Dan Mindel (fotografia), Rick Carter Kevin Jenkins (scenografi), Michael Kaplan (costumi), Neal Scanlan (creature e droidi), Maryann Brandon e Stefan Grube (montaggio), Roger Guyett (effetti visivi), Tommy Gormley (primo assistente regista) e Victoria Mahoney (regista di seconda unità).

Consigliati dalla redazione