Nonostante sia uscito ormai da diverse settimane, Joker continua a tenere banco: in attesa che il film superi il traguardo del miliardo di dollari in tutto il mondo, oggi è Joaquin Phoenix a tornare sulla pellicola svelando la sua teoria sul finale.

Parlando al Los Angeles Times, l’attore nominato a tre Oscar ha spiegato di essere molto interessato alle reazioni che ha suscitato Joker nel pubblico, soprattutto perché ci sono molti punti di vista diversi da cui vedere il personaggio e il film, e per questo non è possibile trovare un unico significato:

Trovo molto interessante il modo in cui il pubblico reagisce al film, e ciò che loro vedono – per me, sono tutte risposte valide. Normalmente bisogna dare una risposta a queste domande. Ma in questo caso è un processo collettivo e interattivo. Sta al pubblico. È una cosa molto rara, soprattutto in un grande blockbuster, e non voglio rovinare tutto dicendo: “No, è così”. Per me, ci sono così tanti modi diversi di vedere il personaggio e la sua esperienza, e non penso che vi si possa dare una sola lettura.

Tuttavia, si è poi sbilanciato per quanto riguarda il finale del film, nel quale vediamo Arthur Fleck ricoverato in un istituto psichiatrico. Alcune interpretazioni, per via di questa scena, sostengono che il film sarebbe una lunga allucinazione di Arthur. Ma secondo Phoenix non è così, come spiega il Los Angeles Times:

Per lui, sono queste ambiguità che rendono grande il film. Per la cronaca, Phoenix personalmente crede che Fleck sia effettivamente Joker. “Ma non so,” aggiunge con un sorrisetto. “È solo la mia opinione”.

Ricordiamo che il regista e sceneggiatore Todd Phillips è stato molto più diretto su alcuni passaggi del film, in particolare sul destino del personaggio di Sophie, affermando che Arthur non la uccide.

LEGGI ANCHE

La sinossi ufficiale:

“Joker” del regista Todd Phillips è incentrato sulla figura dell’iconico cattivo, ed è un film autonomo originale, diverso da qualsiasi altro film apparso sul grande schermo fino ad ora. L’esplorazione di Phillips su Arthur Fleck, interpretato in modo indimenticabile da Joaquin Phoenix, è quella di un uomo che lotta per trovare la sua strada in una società fratturata come Gotham. Durante il giorno lavora come pagliaccio, di notte si sforza di essere un comico di cabaret… ma scopre che lo zimbello sembra essere proprio lui. Intrappolato in un’esistenza ciclica sempre in bilico tra apatia e crudeltà, Arthur prenderà una decisione sbagliata che provocherà una reazione a catena di eventi, utili alla cruda analisi di questo personaggio.

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!

Consigliati dalla redazione