Ci siamo: le prime previsioni d’incasso di Star Wars: L’Ascesa di Skywalker, basate sui dati di tracking, sono arrivate e si parla di una forbice tra i 175 e i 210 milioni di dollari nel primo weekend negli Stati Uniti.

La Disney preferisce essere più cauta a livello di aspettative in quanto il tracking negli ultimi tempi non è stato molto attendibile (Doctor Sleep è un esempio su tutti), ma numerosi analisti ritengono che la pellicola andrà molto bene al botteghino. Nel corso delle prossime settimane le proiezioni potrebbero anche salire: sarà interessante quindi vedere se riuscirà a battere i 248 milioni di dollari de Il Risveglio della Forza, o i 220 milioni de Gli Ultimi Jedi.

Comunque vada, il film chiuderà un 2019 da record per la Disney, culminato nei 357 milioni di dollari del weekend d’esordio di Avengers: Endgame, che è poi diventato il maggiore incasso globale di sempre (senza contare l’inflazione). Anche Il Re Leone, Captain Marvel, Toy Story 4 e Aladdin hanno superato il miliardo a livello globale, e dovrebbero essere seguiti da Frozen 2 – Il Segreto di Arendelle e Star Wars: L’Ascesa di Skywalker.

 

Star Wars: L’Ascesa di Skywalker di J.J. Abrams sarà al cinema il 18 dicembre 2019.

Nel cast torneranno Mark Hamill (Luke Skywalker), Anthony Daniels (C-3PO), Billy Dee Williams, Carrie Fisher (grazie a materiale d’archivio) e ovviamente i nuovi protagonisti Daisy Ridley, Adam Driver, John Boyega, Oscar Isaac, Domhnall Gleeson, Kelly Marie Tran, Joonas Suotamo, Billie Lourd (figlia di Carrie Fisher), Lupita Nyong’o.

Nuovi membri del cast saranno Naomi Ackie, Keri Russell e Richard E. Grant.

Scritto da Abrams con Chris Terrio, il film è prodotto da Kathleen Kennedy, Abrams e Michelle Rejwan.

Nella troupe John Williams (colonna sonora), Dan Mindel (fotografia), Rick Carter Kevin Jenkins (scenografi), Michael Kaplan (costumi), Neal Scanlan (creature e droidi), Maryann Brandon e Stefan Grube (montaggio), Roger Guyett (effetti visivi), Tommy Gormley (primo assistente regista) e Victoria Mahoney (regista di seconda unità).

Cosa ne pensate? Come al solito potete dire la vostra nello spazio dei commenti in calce all’articolo!

Fonte: Variety

Consigliati dalla redazione