Quando Star Wars: Il Risveglio della Forza è giunto nei cinema a dicembre del 2015 cominciando la sua scalata al box office mondiale, abbiamo avuto la possibilità di vedere in azione il Primo Ordine, l’organizzazione che stava raccogliendo l’eredità dell’Impero Galattico di Palpatine.

JJ Abrams aveva già avuto modo di spiegare, svariati mesi prima della release di Star Wars VII, che il Primo Ordine era paragonabile ai “nazisti fuggiti in Argentina” dopo la Seconda Guerra Mondiale:

È tutto nato da una conversazione incentrata sul cosa sarebbe successo se i nazisti fuggiti in Argentina avessero iniziato nuovamente a lavorare e collaborare insieme. Cosa sarebbe potuto nascere da tutto ciò? Il Primo Ordine potrebbe essere visto come un gruppo di individui che ammirano l’operato dell’Impero intenzionato a completare quello che l’Impero non è riuscito a portare a termine? Vader potrebbe essere una specie di martire? Potrebbe esserci la necessità di vedere attraverso quello che non è stato ultimato?

Le origini sono poi state contestualizzate e sviluppate nei nuovi libri canonici nei quali è stato raccontato di come questa minaccia fosse stata trascurata sostanzialmente da tutti, a eccezione di Leia Organa (TUTTI I DETTAGLI).

Durante la promozione stampa di Star Wars: L’Ascesa di Skywalker, il co-sceneggiatore Chris Terrio ha rivelato che il nono capitolo della saga fornirà ulteriori risposte ad alcuni interrogativi intorno al “Primo Ordine”:

Le varie questioni sono già state affrontate nell’Universo Espanso e nei romanzi, ci sono aspetti canonici che conosciamo sul Primo Ordine. Già nel Risveglio della Forza si era lavorato sul parallelo coi Nazisti in Argentina. Ma qua ci sarà dell’altro. In questo film troverete molte più risposte su come sia sorto. Perché si tratta di una forza militare estremamente potente fiorita in un lasso di tempo relativamente breve. Ed è un aspett che interessa anche a me, in qualità di fan. Perché ho visto Il Risveglio della Forza nelle vesti di appassionato e mi sono fatto un sacco di domande. Volevo conoscere delle risposte che, in alcuni casi, sono state date, ma che, in altri, abbiamo dovuto fabbricare noi.

Star Wars: L’Ascesa di Skywalker di J.J. Abrams sarà al cinema il 18 dicembre 2019.

Nel cast torneranno Mark Hamill (Luke Skywalker), Anthony Daniels (C-3PO), Billy Dee Williams, Carrie Fisher (grazie a materiale d’archivio) e ovviamente i nuovi protagonisti Daisy Ridley, Adam Driver, John Boyega, Oscar Isaac, Domhnall Gleeson, Kelly Marie Tran, Joonas Suotamo, Billie Lourd (figlia di Carrie Fisher), Lupita Nyong’o.

Nuovi membri del cast saranno Naomi Ackie, Keri Russell e Richard E. Grant.

Scritto da Abrams con Chris Terrio, il film è prodotto da Kathleen Kennedy, Abrams e Michelle Rejwan.

Nella troupe John Williams (colonna sonora), Dan Mindel (fotografia), Rick Carter Kevin Jenkins (scenografi), Michael Kaplan (costumi), Neal Scanlan (creature e droidi), Maryann Brandon e Stefan Grube (montaggio), Roger Guyett (effetti visivi), Tommy Gormley (primo assistente regista) e Victoria Mahoney (regista di seconda unità).

Cosa ne pensate del nuovo spot di Star Wars: l’Ascesa di Skywalker? Potete commentare qui sotto o sul forum!