Come sapete, ieri sera si è tenuta a Los Angeles la première mondiale di Star Wars: L’Ascesa di Skywalker (rivedila qui), e così poche ore dopo la prima proiezione del film ecco arrivare online le reazioni della stampa americana. Non sono recensioni (quelle arriveranno domani mattina, inclusa la nostra), ma commenti pubblicati sui social e che vi riportiamo qui sotto.

Queste prime reazioni sembrano abbastanza contrastanti: c’è chi è entusiasta e chi è molto perplesso, più o meno tutti parlano di problemi nella prima metà e la maggior parte affermano si tratti di un film estremamente emozionante e una degna conclusione per la saga.

Ecco la nostra traduzione dei commenti principali.

STAR WARS: L’ASCESA DI SKYWALKER, LE REAZIONI

Star Wars: L’Ascesa di Skywalker è senza dubbio il più complicato. Ci sono tante cose che ho amato, ma la prima metà è così rallentata dagli spiegoni, trama, trasmettitori e radiofari che sembra ci siano tre film in uno.

I miei Star Wars preferiti sono quelli che si concentrano sui personaggi. Mentre la prima metà sembra tutta spiegazione. Poi migliora molto. E Lando è un grande. Ma c’è così tanta trama che sembra tutto affrettato. E le cose dell’Imperatore sono veramente strane.

Mi serve un minuto per digerire questo film. C’è così tanto film in questo film! Ma i suoi momenti migliori sono quelli più calmi e più umani. Devo pensarci ancora un po’.

Sto ancora ragionando su Star Wars. Le vette emotive sono spettacolari, e ci sono momenti di grande soddisfazione, alcuni meritati e altri no. Ma alcune scelte sembrano delle correzioni non necessarie di Gli Ultimi Jedi, e altre non sembrano avere alcun senso. Devo rivederlo.

Epico. Totalmente epico. L’Ascesa di Skywalker è un finale fantastico ed è pieno di qualsiasi cosa. Azione, avventura – risposte!! – umorismo, cuore, amore, grinta. Ho passato l’intera seconda metà del film con le lacrime agli occhi – un modo splendido per terminare la storia degli Skywalker.

Alcuni urlavano “vai JJ!” durante i momenti chiave del film, esilarante. Tanti grandi colpi di scena, azione pazzesca secondo me. Poe Dameron ruba la scena, così come Adam Driver. Entrambi sono i miei preferiti.

Sono commosso, sorpreso, sconvolto. E soprattutto, felice. Grazie per avercela fatta un’altra volta, Star Wars.

L’Ascesa di Skywalker inizia in maniera problematica, ma poi trova il passo e in alcuni punti decolla, in particolare nel terzo atto. Sono d’accordo sulla conclusione di alcune storie principali, alcune non pensavo nemmeno di volerle seguire. Alcuni momenti fantastici – l’uso del tema musicale di Rey, tantissime spade laser e D-O.

L’Ascesa di Skywalker parte con dei problemi, ma alla fine mi sono divertita molto. È un film che spunta varie caselle, forse troppe. Molte caselle erano le mie! Ci saranno tante opinioni, la mia è una di queste.

Beh, L’Ascesa di Skywalker prende drasticamente le distanze da Gli Ultimi Jedi, ma non è corroborante come Il Risveglio della Forza. È un film ricchissimo d’azione (seriamente, è ininterrotta), ma anche pieno di fan service. Fan di Star Wars, preparatevi ai dibattiti.

L’Ascesa di Skywalker è una conclusione davvero soddisfacente per la saga. Risponde praticamente a tutto quello che volevate sapere… con qualche colpo di scena e svolta. Ma se pensate di sapere cosa succederà, ripensateci.

Ho visto L’Ascesa di Skywalker. È… tantissimo. Ci sono tante cose che mi sono piaciute e alcune che ho adorato, ma in generale le mie impressioni sono miste. Mi è sembrata quasi una richiesta di scuse per Gli Ultimi Jedi, e un sequel di Il Risveglio della Forza per certi versi, cosa che ho trovato frustrante.

Mamma mia, L’Ascesa di Skywalker corre! Questo film appena tocca terra inizia a correre e non si ferma mai. L’energia di JJ pervade tutto, un’avventura in stile Ultima Crociata. Il bromance tra Finn e Poe ruba la scena. Mi è sembrato un po’ troppo occupato a spiegare la trama anziché concentrarsi sui personaggi, il che non è grandioso.

L’Ascesa di Skywalker è tutto ciò che volevo fosse – perché non c’è mai stato un film di Star Wars come questo. È dark e spaventoso, ma ricco di speranza e bello. Conclude la trilogia mentre chiude anche la saga. So che sembro sconclusionato, ma l’ho adorato.

Star Wars: L’Ascesa di Skywalker è tutto ciò che volevate e ancora di più. Il che non è per forza una cosa positiva. Ho amato alcune parti, non ne ho amate altre, e ho lasciato il cinema molto combattuto a riguardo.

L’Ascesa di Skywalker è…. ummmm… tantissimo! Tantissimo amore, non mancano i momenti fatti per piacere al pubblico, i colpi di scena e i cammeo, ma alcune cose mi lasciano perplessa. Alcune cose che ho amato: Jannah, D-0, Finn ovviamente. E che splendido addio a Leia.

Dunque, non sono troppo sorpresa e a volte ho trovato troppi fan service, ma L’Ascesa di Skywalker è tutto ciò che vi aspettavate eppure non è come ve lo aspettavate. Quindi penso che la mia reazione immediata è: quanto amo questo franchise e quanto mi mancherà la saga degli Skywalker.

Quando le persone parlano di Star Wars parlano della loro infanzia, dei loro migliori ricordi e degli amici con cui li condividono. L’Ascesa di Skywalker mi ricorda tutte queste sensazione. Ho assolutamente amato questo film. E ora mi sento…

L’Ascesa di Skywalker cerca decisamente di chiudere una saga di nove film – succedono un SACCO di cose – e lo fa spesso in maniera divertente, a volte sorprendente, emozionante ed esplosiva. Non è il miglior Star Wars ma contiene personaggi straordinari, splendidi colpi di scena e una dinamica di gruppo fantastica.

Tutto quello che posso dire è: wow. L’Ascesa di Skywalker è tante cose: terrificante, pieno di speranza, violento, quasi sexy, e pieno del modo giusto di fare fan service. Ma soprattutto, è un finale adeguato a questa saga lunga quarant’anni. Non è un film perfetto e sono sicuro che molti troveranno dettagli su cui discutere nelle prossime settimane, ma ora ho un sorriso gigantesco.

Sono appena uscito da L’Ascesa di Skywalker. È un finale enormemente soddisfacente, e spettacolare, per la saga. In qualche modo risponde a varie questioni, a personaggi problematici, e dà una risposta alle domande più importanti di Il Risveglio della Forza e Gli Ultimi Jedi. C’è tantissimo contenuto in un’unico film, è un film di Star Wars diverso da tutti gli altri. E c’è tanto fan service!

 

Star Wars: L’Ascesa di Skywalker di J.J. Abrams sarà al cinema il 18 dicembre 2019.

Nel cast torneranno Mark Hamill (Luke Skywalker), Anthony Daniels (C-3PO), Billy Dee Williams, Carrie Fisher (grazie a materiale d’archivio) e ovviamente i nuovi protagonisti Daisy Ridley, Adam Driver, John Boyega, Oscar Isaac, Domhnall Gleeson, Kelly Marie Tran, Joonas Suotamo, Billie Lourd (figlia di Carrie Fisher), Lupita Nyong’o.

Nuovi membri del cast saranno Naomi Ackie, Keri Russell e Richard E. Grant.

Scritto da Abrams con Chris Terrio, il film è prodotto da Kathleen Kennedy, Abrams e Michelle Rejwan.

Nella troupe John Williams (colonna sonora), Dan Mindel (fotografia), Rick Carter Kevin Jenkins (scenografi), Michael Kaplan (costumi), Neal Scanlan (creature e droidi), Maryann Brandon e Stefan Grube (montaggio), Roger Guyett (effetti visivi), Tommy Gormley (primo assistente regista) e Victoria Mahoney (regista di seconda unità).

Cosa ne pensate? Potete commentare qui sotto o sul forum!