Come sappiamo David Fincher è tornato in questi mesi dietro la macchina da presa dopo aver diretto L’Amore Bugiardo – Gone Girl per lavorare a Mank, biopic di Herman Mankiewicz, giornalista divenuto sceneggiatore noto per aver collaborato con Orson Welles in Quarto Potere ma anche per aver lavorato a film come Il Mago di Oz, L’Idolo delle Folle e Gli Uomini Preferiscono le Bionde.

Il film, prodotto da Netflix, dovrebbe approdare sulla piattaforma streaming nella seconda metà del prossimo anno, ma intanto il location manager William Doyle ha offerto qualche aggiornamento sul progetto prima di Natale parlando con il Daily Press e rivelando che il 50% delle riprese principali sono state completate. Doyle ha passato gran parte del mese di dicembre al Kemper Campbell Ranch a Victorville, California, luogo cardine per il progetto:

Il posto non è cambiato. Oltrepassi quella collina nel ranch e ti ritrovi in questa minuscola capsula del tempo. Ti trovi dove Herman Mankiewicz era veramente seduto, e poi dove si è alzato in piedi e ha scritto quella storia.

Gary Oldman vestirà i panni di Herman Mankiewicz, Lily Collins sarà la segretaria Rita Alexander, Amanda Seyfried vestirà i panni dell’attrice Marion Davies mentre Tuppence Middleton sarà Sara Mankiewicz, moglie del protagonista.

David Fincher dirigerà Gary Oldman nel biopic di Herman Mankiewicz, co-sceneggiatore di Quarto Potere

Fincher sviluppò per la prima volta la storia del film nel 1997, su una sceneggiatura di suo padre Jack Fincher, a sua volta giornalista (e morto nel 2003). Alla produzione vi saranno Cean Chaffin e Doug Urbanski.

È dal 2014 (Gone Girl) che Fincher non dirige una pellicola. Nel frattempo però ha lavorato a serie come Mindhunter Love, Death & Robots, entrambe per Netflix.

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!

FONTE: IndieWire