Il futuro di Joker è ancora incerto anche se, alla luce del trionfo economico della pellicola, un sequel viene già dato per certo, mentre per quel che riguarda il futuro di Batman sappiamo che la lavorazione della pellicola di Matt Reeves con Robert Pattinson è ufficiosamente partita.

E sappiamo anche che il Joker di Todd Phillips e il Batman di Matt Reeves saranno “entità separate”, a meno di clamorose svolte improvvise.

Questo non impedisce però all’autore della pellicola con Joaquin Phoenix di affermare che sarebbe curioso di vedere in azione l’Uomo Pipistrello nella Gotham City che ha fatto da sfondo alla storia di Arthur Fleck:

È una bella Gotham City. Quello che mi piacerebbe vedere affrontato è il vedere come potrebbe essere Batman in un contesto come questo. E non sto dicendo che è quello che ho intenzione di fare. Quello che era interessante per me circa l’inclusione di Batman era la risposta alla domanda “Che tipo di Batman nascerebbe da una Gotham come questa?”. È semplicemente questo che volevo dire.

Quando gli vengono nuovamente richieste delle informazioni su “Joker 2”, ha ribadito di non aver nulla in più da rivelare dall’ultima volta che si è trovato a rispondere alla stessa domanda. A cui, qualche giorno fa, ha risposto così:

Quando un film incassa un miliardo di dollari e ne è costati solo una sessantina, ovviamente si ragiona su un sequel. Ma Joaquin e io non abbiamo ancora veramente deciso a riguardo. Siamo aperti a parlarne. Voglio dire: mi piacerebbe moltissimo lavorare con lui a qualsiasi cosa, francamente. Quindi chi lo sa? Ma dovrebbe essere un film tematicamente rilevante proprio come il primo, che è incentrato su un trauma infantile e sull’assenza di amore ed empatia. Tutte queste cose, per noi, hanno fatto funzionare il film, quindi dovremmo avere di tematicamente comparabile.

Joker, la sinossi ufficiale del film di Todd Phillips:

“Joker” del regista Todd Phillips è incentrato sulla figura dell’iconico cattivo, ed è un film autonomo originale, diverso da qualsiasi altro film apparso sul grande schermo fino ad ora. L’esplorazione di Phillips su Arthur Fleck, interpretato in modo indimenticabile da Joaquin Phoenix, è quella di un uomo che lotta per trovare la sua strada in una società fratturata come Gotham. Durante il giorno lavora come pagliaccio, di notte si sforza di essere un comico di cabaret… ma scopre che lo zimbello sembra essere proprio lui. Intrappolato in un’esistenza ciclica sempre in bilico tra apatia e crudeltà, Arthur prenderà una decisione sbagliata che provocherà una reazione a catena di eventi, utili alla cruda analisi di questo personaggio.

Cosa ne pensate di queste dichiarazioni del regista di Joker Todd Phillips? Come sempre potete esprimere le vostre opinioni nello spazio dei commenti in calce a questo articolo.