Star Wars: L’ascesa di Skywalker non ha spiegato proprio tutto riguardo al ritorno di Palpatine. Si è trattata, come svelato dalla montatrice, di una decisione ben ponderata, ma questo non nega che i fan abbiano parecchie domande in merito.

Come riportato dal MovieWeb, il volume che ha accompagnato l’uscita del film – The Rise of Skywalker Visual Dictionary spiega qualche dettaglio in più sul ritorno dell’Imperatore.

Nel film scopriamo che Palpatine ha avuto una mano da figure incappucciate che vediamo al suo cospetto su Exegol e nel libro scopriamo che sono chiamate “Sith Eternal“, e hanno riportato in vita l’Imperatore dopo la sua sparizione vista in Star Wars: Episodio VI – Il ritorno dello Jedi. Ciò è stato possibile attraverso una combinazione di “occulto e tecnologia“. Hanno trascorso decenni a riportarlo in vita, lavorando al contempo alla loro flotta.

Gli Star Destroyer che si vedono nel film sono definiti la classe Xyston delle iconiche navicelle: i Sith Eternal hanno usato la loro influenza nella galassia per accaparrarsi pezzi e assemblare la flotta in segreto. L’ascesa di Skywalker non è entrato nel dettaglio ma ha mostrato anche l’equipaggio di questi caccia stellari. Il romanzo svela che si tratta di bambini appartenenti ai Sith Eternal: addestrati dalla nascita a dedicare la loro vita all’Ordine Finale.

L’equilibrio era molto delicato ed eravamo molto indecisi su quanto rivelare” ha spiegato la montatrice Maryann Brandon in merito al ritorno di Palpatine nell’ultimo Star Wars. “Alcune scene sono cambiate un bel po’ nel modo di proporle al publico, ma alla fine abbiamo deciso di mostrare molto meno rispetto all’inizio“. In origine erano previste “più informazioni su cosa tenesse Palpatine in vita”, ma alla fine sembravano “fuori luogo […] Non volevamo riempire il film di cose che non avevate bisogno di sapere“.

CORRELATI CON STAR WARS

Star Wars: L’Ascesa di Skywalker di J.J. Abrams è al cinema dal 18 dicembre 2019.

Nel cast tornano Mark Hamill (Luke Skywalker), Anthony Daniels (C-3PO), Billy Dee Williams, Carrie Fisher (grazie a materiale d’archivio) e ovviamente i nuovi protagonisti Daisy Ridley, Adam Driver, John Boyega, Oscar Isaac, Domhnall Gleeson, Kelly Marie Tran, Joonas Suotamo, Billie Lourd (figlia di Carrie Fisher), Lupita Nyong’o.

Nuovi membri del cast sono Naomi Ackie, Keri Russell e Richard E. Grant.

Scritto da Abrams con Chris Terrio, il film è prodotto da Kathleen Kennedy, Abrams e Michelle Rejwan.

Nella troupe John Williams (colonna sonora), Dan Mindel (fotografia), Rick Carter Kevin Jenkins (scenografi), Michael Kaplan (costumi), Neal Scanlan (creature e droidi), Maryann Brandon e Stefan Grube (montaggio), Roger Guyett (effetti visivi), Tommy Gormley (primo assistente regista) e Victoria Mahoney (regista di seconda unità).

Cosa ne pensate? Potete commentare qui sotto o sul forum!

Consigliati dalla redazione