Il decimo film di Quentin Tarantino sarà davvero la sua ultima regia per il grande schermo?

Lo scopriremo solo ed esclusivamente a tempo debito e, fin a quel giorno, potremo solamente speculare. Di sicuro c’è chi attenderà con un certo interesse di conoscere quali saranno le prossime mosse del regista, ovvero sia la Sony Pictures che, per C’Era una volta a Hollywood, è subentrata alla Weinstein Company per quel che riguarda il lato produttivo della pellicola (per i ben noti motivi giudiziari che hanno portato al tracollo dell’ex mogul hollywoodiano Harvey Weinstein).

Nell’intervista a Deadline in cui ha commentato le venti nomination agli Oscar ricevute dai film Sony, dieci delle quali grazie al solo film di Quentin Tarantino, il CEO dello studio Tom Rothman ha parlato della possibilità di rinnovare la collaborazione fra la major e l’acclamato regista per la sua decima opera:

Se ne sta parlando, ma lui è un artista che crea in autonomia le sue opere che nascono tutte dalla sua fervida immaginazione. Da quello che ha detto è felice del risultato e del lavoro che la Sony ha fatto per lui. Per questo mi piace pensare di essere in prima posizione. Ma non c’è niente di imminente. Ora sta scrivendo un libro e sta seguendo altre cose. Ma sono abbastanza sicuro che questa non sarà l’ultima volta che lavoriamo insieme.

C’Era una Volta a… Hollywood, la sinossi ufficiale del film di Quentin Tarantino:

DiCaprio interpreta Rick Dalton, un attore che ha avuto successo con una serie western e vuole debuttare al cinema nella Hollywood del 1969. Pitt è la sua spalla Cliff Booth, che fa anche la controfigura e lo stuntman e ha lo stesso obiettivo di Dalton. L’orribile omicidio di Sharon Tate (vicina di casa di Rick nel film, interpretata da Margot Robbie) e di quattro suoi amici per mano dei seguaci di Charles Manson fa da sfondo alle vicende dei due.

Nel cast anche Al Pacino (l’agente del personaggio di DiCaprio) Damian Lewis (l’attore Steve McQueen), Dakota Fanning (Squeaky Fromme, membro della “famiglia” Manson che cercò di uccidere il presidente Gerald Ford), Nicholas Hammond (regista Sam Wanamaker), Emile Hirsch (l’hair stylist Jay Sebring, una delle vittime degli omicidi Tate), Luke Perry (Scott Lancer), Clifton Collins Jr. (Ernesto The Mexican Vaquero) e Keith Jefferson (il Pirata di Terra Keith), Burt Reynolds, Timothy Olyphant, Tim Roth, Kurt Russell e Michael Madsen.

Come produttori figurano David Heyman (Harry Potter e Animali Fantastici), Tarantino e Shannon McIntosh, mentre Georgia Kacandes sarà produttrice esecutiva.