Gal Gadot, tempo fa, aveva già avuto modo di spiegare perché non è solita impiegare dei jet privati per i suoi spostamenti di lavoro in occasione dei press tour. Secondo la star israeliana protagonista di Wonder Woman, utilizzare gli aerei privati non è saggio dal punto di vista dell’impatto ambientale e non in linea con la sua linea di condotta in materia di tutela dell’ambiente e, per trasferte necessarie come quelle dei junket, preferisce i voli di linea (ovviamente in business o prima classe, un confort comunque previsto nel contesto di un volo fatto insieme a tante altre persone).

Eppure, per la lavorazione di Red Notice, il film Netflix in cui Dwayne Johnson condividerà lo schermo con la già citata Gal Gadot e Ryan Reynolds, già protagonista per il colosso dello streaming di 6 Underground, il colosso dello streaming l’avrebbe obbligata a impiegare dei jet privati per spostarsi durante la lavorazione della pellicola. Il motivo sono i timori collegati alla diffusione del nuovo Coronavirus, un’emergenza sanitaria che, fra l’altro, ha già colpito l’action movie Netflix. L’azienda starebbe infatti valutando alcune alternative all’Italia per la porzione ambientata nel nostro paese.

L’attrice è stata fotografata mentre sbarcava da un mezzo privato in un aeroporto di Atlanta. Ovviamente l’obbligo stabilito da Netflix vale anche per le altre star, Dwayne Johnson e Ryan Reynolds.

La pellicola, diretta da Rawson Marshall Thurber (Una spia e mezzoCome ti spaccio la famiglia), segue un agente dell’Interpol che si mette alla ricerca del ladro di opere d’arte più ricercato del mondo.

Tra i produttori del progetto troviamo Beau Flynn della Flynn Picture Co. e Johnson, Dany Garcia e Hiram Garcia per la Seven Bucks Productions.

Quanto attendete Red Notice, il nuovo film Netflix interpretato da Gal Gadot, The Rock e Ryan Reynolds? Dite la vostra nello spazio dei commenti!