Mentre i fan italiani di Harry Potter stanno chiedendo a gran voce a Mediaset la maratona della saga in queste giornate in cui tutti e tutte noi dobbiamo rimanere a casa per fronteggiare la diffusione del nuovo Coronavirus, colui che ha realmente vestito i panni del mago creato da JK Rowling, Daniel Radcliffe, ha fornito la sua risposta a una delle domande più annose collegate al Wizarding World: “Come fa Quirinus Raptor a dormire?”.

Se ben ricordate, tanto nel libro, quanto nel film di Harry Potter e la Pietra Filosofale, veniamo a conoscenza nel finale che il Professore di Difesa contro le Arti Oscure interpretato da Ian Hart indossava un turbante per un motivo ben preciso: Voldemort lo possedeva “abitando” sul retro della sua testa.

In una chiacchierata fatta con l’Huffington Post durante la promozione del suo ultimo film, Escape from Pretoria, Daniel Radcliffe ha fornito la sua spiegazione al come faceva il Professore a dormire data la presenza dell’invadente ospite:

Cosa? Mi stai chiedendo come faccia a dormire la notte? Se dorma su un fianco? Mi cogli di sorpresa. Così su due piedi mi verrebbe da dire che la scelta più pratica sarebbe quella di stare su un fianco, a meno che Voldemort non abbia bisogno di aria, questione per cui non ho certezze. Fino a che c’è aria che circola nel corpo, potrebbe tranquillamente dormire disteso perché ci sarebbe comunque apporto di aria. Suppongo che la faccia sul retro di Voldemort possa sopravvivere grazie all’aria fornita da Ian Hart.

In un’altra intervista di fine febbraio, Daniel Radcliffe ha spiegato perché non ha alcuna desiderio di tornare a interpretare Harry Potter:

Non mi piacer dire di no alle cose, ma non è qualcosa che ho fretta di fare. Mi sembra che quei film siano andati avanti e stiano facendo bene anche senza di noi. E sono felice così. Mi piace la mia vita. Non sto dicendo che non tornerei mai a lavorare al franchise, ma amo la flessibilità che ho ora con la mia carriera. E non voglio ritrovarmi in una situazione in cui ho firmato un contratto vincolante per una serie di film che andranno avanti per anni e anni.

Cosa ne pensate della spiegazione di Daniel Radcliffe a questo “dubbio” relativo a Harry Potter e la Pietra Filosofale? Ditecelo nei commenti!