Nel pieno dello stop alle produzioni causato dall’emergenza Coronavirus, Netflix ha acquisito i diritti di produzione di Dragon’s Lair, il videogioco arcade del 1983 pubblicato da Cinematronics e basato sulle animazioni di Don Bluth.

Roy Lee (IT, Doctor Sleep) produrrà la pellicola tramite la sua Vertigo Entertainment con Trevor Engelson (Snowfall) della Underground Films. Insieme a loro, anche Don Bluth, Gary Oldman e Jon Pomeroy saranno tra i produttori, e soprattutto Ryan Reynolds con la sua Maximum Effort.

Reynolds sta chiudendo le trattative con Netflix per figurare come protagonista del film, che verrà scritta da Dan e Kevin Hageman (The Lego Movie, Scary Stories to Tell in the Dark).

La trama del videogioco è decisamente epica: un cavaliere di nome Dirk l’Ardito deve salvare la bella principessa Daphne, tenuta prigioniera in una sfera di cristallo dal crudele drago Singe che si nasconde in un castello stregato. In ogni stanza del castello troverà prove da superare e mostri da sconfiggere creati da un oscuro stregone. Dragon’s Lair fu così popolare da rivoluzionare l’industria dei videogiochi arcade e lanciare la tecnologia LaserDisc, oltre che la carriera di Don Bluth, che aveva appena diretto Brisby e il segreto del Nimh.

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!

 

Fonte: THR