Il “Quarantine Watch Party” organizzato da Comicbook è proseguito ieri sera, dopo Birds of Prey e Doctor Strange, con un commento Twitter dal vivo su Deadpool e con un ospite speciale: il fumettista Rob Liefeld.

Durante la serata, Liefeld ha svelato la prima illustrazione che il regista Tim Miller gli mandò prima dell’inizio della lavorazione:

 

 

E ha poi svelato di sperare ancora che un giorno Hugh Jackman e Ryan Reynolds possano condividere lo schermo:

 

 

Non mi piace speculare su cose improbabili, ma sono così testardo da credere che con gli anni, tra qualche tempo, magari dieci anni, li rivedremo insieme. Hugh mi ha detto – e Ryan me lo ha confermato – che è giunto il momento di andare oltre. Ma le convinzioni cambiano. Il tempo passa e le cose cambiano.

 

Ha poi parlato del cammeo di Stan Lee svelando che le riprese non si sono tenute davvero in uno strip club. Liefeld l’ha definito “il più grande cammeo di tutti i tempi.

 

 

Scritto da Paul Wernick e Rhett Reese, diretto da Tim Miller, Deadpool è uscito nei cinema statunitensi il 12 febbraio 2016, tre mesi prima di X-Men: Apocalypse.

Tratto dal fumetto sul più irriverente anti-eroe dell’universo Marvel, DEADPOOL racconta la storia del mercenario Wade Wilson, ex agente operativo delle Special Forces, che, dopo essere stato sottoposto a un terribile esperimento, acquisisce l’eccezionale potere del Fattore Rigenerante e abbraccia una nuova identità.

Con la sua nuova abilità di guarire rapidamente e un pungente senso dell’umorismo, Deadpool andrà a caccia dell’uomo che gli ha quasi rovinato la vita.