Come vi abbiamo già raccontato, Zack Snyder ha deciso di guardare e commentare dal vivo Batman V Superman: Dawn of Justice, il cinecomic da lui diretto arrivato al cinema nel 2016, raccontando aneddoti, curiosità e facendo anche rivelazioni.

Il video integrale è disponibile su Vero (se usate l’applicazione), altrimenti potete ammirare il video registrato da un fan e condiviso sul proprio canale in questo articolo.

Nel corso della diretta Snyder ha svelato alcune curiosità sul film che vi riportiamo a seguire:

  • Sulla decisione di non usare la Fortezza della Solitudine, Snyder ha spiegato che nel film la Fortezza è praticamente nella testa di Clark. Ha parlato del momento in cui l’uomo d’acciaio cerca il suo padre adottivo in cerca di consigli perché “vuole disperatamente restare ancorato alla sua umanità“;
  • Il regista aveva già svelato che il generale Swanwick interpretato da Harry Lennix altri non era Martian Manhunter sotto mentite spoglie, ma nella diretta ha poi confermato un altro dettaglio: “Harry Lennix sta fingendo di essere un uomo e fa un ottimo lavoro, ma ha anche un certo rapporto con Lois partito in L’Uomo d’Acciaio se avete seguito con attenzione. Harry capisce che c’è un rapporto tra Lois e Clark e sa che lui è Superman“;
  • Sulla voce di Batman, Snyder ha rivelato che era stato Ben Affleck a sostenere di non voler imitarne una perché non voleva farsi paragonare con i predecessori, così il regista optò per la manipolazione digitale;
  • Sul fatto che lo scontro con Doomsday sia guidato da Wonder Woman, Snyder ha spiegato che Diana aveva più esperienza dei suoi colleghi. Batman aveva trascorso decenni a combattere il crimine, Clark aveva già battuto Zod, ma Wonder Woman aveva già affrontato mostri in passato;
  • Sull’incubo di Batman, il regista è apparso un po’ incerto: “Immagino che si stesse annoiando a cercare di decifrare tutto, così si è addormentato, o forse no. Forse è una conseguenza del fatto che Flash abbia usato il tapis roulant cosmico, magari ha creato una frattura che permette a Batman di vedere il futuro. Potrebbe essere una combinazione di entrambe le cose“.
  • Le idee su Aquaman erano diverse: “Pensavo che si fosse allenato con il tridente di sua madre un paio di volte con Vulko, ma non doveva appartenere a lui. Era Vulko a custodirlo e glielo avrebbe ceduto all’occorrenza, ma Arthur lo avrebbe sempre restituito“.
  • Sulla scena di Martha: “L’idea alla base del film era di creare una storia in cui Batman si confrontasse con l’umanità di Superman per ritrovare la sua. La tesi di questo film è questa, siamo tutti umani e tutti abbiamo qualcosa che ci accomuna. Come il fatto che le nostre madri abbiano lo stesso nome“.
  • Sulla scena del capanno, che ha scatenato polemiche per il fatto che Batman uccida i suoi avversari, Snyder ha scelto l’ironia: “Sono certo che stiano tutti bene, ne sono convinto. Impossibile che siano morti“.
  • Durante le riprese di Batman V Superman, la sceneggiatura di Wonder Woman non era ancora stata scritta, così Snyder decise che la foto di Diana che Bruce avrebbe scoperto sarebbe risalita alla guerra di Crimea;
  • Il regista non ha toccato l’argomento Justice League/Snyder Cut, ma ha fatto una piccola frecciatina alla pellicola alla fine della diretta: “Volete sapere cosa penso? Un giorno dovrebbero realizzare un sequel di questo film, sarebbe strepitoso. Sarebbe tutt’altra storia. Voglio sapere cosa succede a questi personaggi. Voglio dire, non è che alla fine formano una sorta di…” – La diretta purtroppo si è interrotta prima che potesse finire la frase.

A seguire, la sinossi e le note di produzione di Batman v Superman:

Temendo le azioni incontrollate di un supereroe semidio, il potente giustiziere di Gotham City affronta il più rispettato eroe dei nostri tempi di Metropolis, mentre il mondo si divide su quale tipo di eroe abbia veramente bisogno. E con Batman e Superman in lotta tra di loro, una nuova minaccia si staglia rapidamente all’orizzonte, ponendo la razza umana nel più grande pericolo mai affrontato prima.

Diretto da Zack Snyder, il film vede anche la presenza della candidata all’Oscar Amy Adams (“American Hustle”) nei panni di Lois Lane, Jesse Eisenberg(“The Social Network”) in quelli d Lex Luthor, Diane Lane (“Unfaithful-L’amore infedele”) è Martha Kent e Laurence Fishburne (“Tina-What’s Love Got to Do with It”) nel ruolo di Perry White; gli attori premi Oscar Jeremy Irons (“Il mistero Von Bulow”) nel ruolo di Alfred, Holly Hunter (“Lezioni di piano”) in quello della Senatrice Finch; oltre a Gal Gadot nel doppio ruolo di Wonder Woman/Diana Prince.

Snyder ha diretto il film da una sceneggiatura di Chris Terrio e David S. Goyer, ispirato ai personaggi della DC Comics, compreso Batman, creato da Bob Kane con Bill Finger e Superman, creato da Jerry Siegel e Joe Shuster. Il film è prodotto da Charles Roven e Deborah Snyder, con Wesley Coller, Geoff Johns e David S. Goyer come produttori esecutivi.

Il team creativo dietro la macchina da presa di Snyder comprende il direttore della fotografia Larry Fong (“300,” “Watchmen”) e lo scenografo Patrick Tatopoulos (“300: L’alba di un impero”), e dal suo team di “L’uomo d’acciaio”, il montatore David Brenner, il costumista Michael Wilkinson, il supervisore agli effetti visivi John “DJ” DesJardin e il compositore premio Oscar Hans Zimmer (“Il Re leone”) che ha lavorato in tandem con Junkie XL (“Mad Max: Fury Road”).

Fonti: 1