Alcune ore fa Taika Waititi ha preso parte a una diretta su Instagram (ancora disponibile) per commentare Thor: Ragnarok in compagnia e rispondere alle domande dei fan, alcune anche riguardanti Thor 4, che si intitolerà Love and Thunder.

Il regista ha innanzitutto preannunciato che il quarto film sul Dio del Tuono farà sembrare il terzo “banale” al confronto e che rincarerà la dose di follia. Ha poi ammesso, sulla natura decisamente non comune della pellicola: “È come se dei bambini di 10 anni ci avessero detto cosa mettere nel film e noi avessimo detto di sì a ogni singola cosa“.

Durante la diretta è poi intervenuta Tessa Thompson, che tornerà a interpretare Valchiria. L’attrice si è limitata a dire di aver letto la sceneggiatura e il regista ha confermato di essere arrivato alla quarta o alla quinta stesura.

 

 

È poi toccato a Mark Ruffalo, come potete notare dai video allegati qui di seguito. L’attore ha tra l’altro ammesso di aver avuto un esaurimento nervoso per la scena in cui ha dovuto togliersi la maglietta vicino a Chris Hemsworth:

 

 

 

Il regista ha svelato poi alcuni concept del quarto film che ci mostrano una versione femminile di Miek e New Asgard e ha ammesso di essere indeciso sulla possibilità di mostrare Thor grasso nel quarto film (“è già stato fatto”), ma ha preannunciato un’apparizione degli squali spaziali.

 

 

 

 

Thor: Love and Thunder, il prossimo film del franchise diretto nuovamente da Taika Waititi e da lui scritto insieme a Jennifer Kaytin Robinson, vedrà sullo schermo Chris Hemsworth insieme a Tessa Thompson e a Natalie Portman, che tornerà a interpretare Jane Foster e nello specifico nella nuova incarnazione di… Thor. Christian Bale interpreterà l’antagonista del film.

Le riprese del film dei Marvel Studios erano state programmate per agosto in Australia, ma non è chiaro se subiranno slittamenti.

L’uscita di Thor: Love and Thunder era prevista per il 5 novembre 2021, ma è stata rimandata al 28 febbraio del 2022 a margine dei vari slittamenti del listino Disney causati dall’emergenza nuovo Coronavirus e il conseguente stop alle produzioni cinematografiche e televisive della major (trovate tutti i dettagli in questo articolo).

Fonte Fonte