Sky Cinema Collection è diventato Sky Cinema DreamWorks! Fino al 19 aprile al canale 303, ma anche on demand e su Now Tv, trovate tutti i migliori film del grande studio d’animazione come Dragon Trainer e Shrek o classici come Il principe D’Egitto. Nel nostro speciale troverete tutti i video, le curiosità e gli approfondimenti!

croods curiosità

 

  • I Croods rappresentò il primo film della DreamWorks Animation distribuito dalla 20th Century Fox dopo la fine dell’accordo con la Paramount Pictures;
  • Fu annunciato nel 2005 con il titolo di lavorazione Crood Awakening e doveva essere un film animato in stop-motion dalla Aardman Animations (Galline in fuga) che aveva siglato un accordo da cinque film in collaborazione con la DreamWorks Animation;
  • L’idea iniziale – a cui stavano lavorando John Cleese e Kirk DeMicco – era di raccontare la storia di due cavernicoli in fuga: Grug e Guy. Dopo, poi, la storia cambiò per raccontare la vita di una famiglia;
  • La Aardman abbandonò il progetto nel 2007 cedendone i diritti alla sola DreamWorks dopo i fallimenti di Wallace & Gromit e Giù per il tubo negli Stati Uniti: il primo incassò in patria solamente $56.1 milioni di dollari (pur ottenendo ottimi risultati nel mondo), ma il secondo fu una delusione su tutti i fronti arrivando a quota 178,2 milioni a fronte di un budget di 150. Cleese, intanto, decise di dedicarsi ad altri progetti;
  • A marzo 2007 Variety annunciò che Chris Sanders, uno degli sceneggiatori di Mulan e regista di Lilo & Stich, avrebbe diretto il progetto dopo aver abbandonato la Disney per divergenze creative con John Lasseter a proposito del suo film American Dog; il giornale svelò inoltre che Sanders avrebbe messo mano alla sceneggiatura di Cleese e DeMicco con l’obiettivo di effettuare corposi cambiamenti;
  • A settembre 2008, dopo un periodo di sviluppo, Sanders fece slittare ulteriormente il progetto a marzo 2012 per dedicarsi a Dragon Trainer: all’epoca si disse che il regista avrebbe lavorato a entrambi i film, e in effetti a maggio 2009 Crood Awakening divenne ufficialmente The Croods e Kirk DeMicco fu affiancato a Sanders come co-regista; la data d’uscita finale fu poi fissata a marzo 2013;
  • Prima dell’uscita dei Croods, la DreamWorks Animation non si trovava in una posizione molto vantaggiosa a causa dei risultati ottenuti da Le 5 leggende. Nonostante il budget (145 milioni) fosse stato coperto con i $306,9 milioni ottenuti in tutto il mondo, la pellicola indusse lo studio a perdite pari a 83 milioni di dollari a causa dei costi per le spese promozionali. Era la prima volta che lo studio d’animazione andava in perdita dall’uscita di Sinbad – La leggenda dei sette mari nel 2003. Lo studio decise allora di licenziare 350 impiegati. “Bisogna trarre vantaggio da ogni crisi che si affronta” disse all’epoca Jeffrey Katzenberg. “Le Leggende è stato il primo di 17 film di fila che non è andato bene. Quando succedono cose simili ti senti in dovere di ripensare tutto”. Non sorprende quindi che lo studio confidasse particolarmente nella simpatica famiglia di cavernicoli;
  • A marzo 2013, a fronte di un budget di circa 150 milioni di dollari, I Croods debuttò con ottime recensioni, finendo per raggiungere i 186 milioni di dollari negli Stati Uniti e 587,2 milioni nel resto del mondo, e la DreamWorks tirò un sospiro di sollievo;
  • Il film ha alcuni punti in comune con il mito della Caverna di Platone, un’allegoria delle limitazioni mentali. Solo le persone che guardano al di fuori di tali limiti possono puntare al “meglio”;
  • Per gli ambienti della prima parte della storia la produzione cerco ispirazione al parco nazionale di Zion, nello stato dello Utah. Uno degli artisti di spicco a lavorare in pre-produzione all’aspetto visivo del film fu Arthur Fong, che poi pubblicò alcuni splendidi lavori sul suo sito. Fong collaborò con altri artisti come Carter Goodrich, Takao Noguchi, Leighton Hickman, Huy Nguyen, Dominique Louis, Ryan O’Loughlin, Chris Sanders e Paul Duncan;
  • Il film segnò una nuova collaborazione tra Chris Sanders e Alan Silvestri 11 anni dopo Lilo & Stich;
  • Tra i doppiatori originali e italiani troviamo Nicolas Cage e Francesco Pannofino (Grug), Ryan Reynolds e Emiliano Coltorti (Guy), Emma Stone e Rosalia Misseri (Hip), Catherine Keener e Laura Boccanera (Ugga), Clar Duke e Luigi Morville (Tonko), Cloris Leachman e Paola Giannetti (Nonna) e Chris Sanders e Marco Guadagno (Laccio, che sono rispettivamente il regista e il direttore del doppiaggio;
  • Il ruolo di Grud fu il primo doppiaggio cinematografico di Ryan Reynolds: dopo l’attore prestò la voce al protagonista di Turbo e poi a Pikachu in Pokémon: Detective Pikachu (2019);
  • Un sequel fu messo in sviluppo e programmato per il 2017, ma poi a novembre 2016 la DreamWorks Animation decise di fermarne lo sviluppo nonostante pochi mesi prima fossero stati ingaggiati i fratelli Kevin e Dan Hageman per scrivere una nuova sceneggiatura. Si trattava di una decisione che arrivava dopo l’acquisizione della DreamWorks Animation da parte di Comcast (che mise a capo dello studio la dirigenza della NBCUniversal). Un anno dopo la Universal tornò sui prossimi passi annunciando che il sequel sarebbe arrivato a dicembre 2020. Nel frattempo la produzione confermò che nel seguito sarebbero tornate le voci di Nicolas Cage, Emma Stone, Ryan Reynolds, Catherine Keener, Cloris Leachman e Clark Duke, mentre Leslie Mann e Kelly Marie Tran avrebbero interpretato due nuovi personaggi. Ad oggi non è chiaro se l’emergenza Coronavirus porterà a eventuali slittamenti;
  • La pellicola ha dato vita a un gioco sviluppato dalla Rovio (creatrice di Angry Birds) per iOs e Android e reso disponibile in prossimità dell’uscita, mentre nel 2015 s Netflix è andata in onda una serie animata intitolata I Croods – Le origini e ambientata prima degli eventi nel film. In Italia è stata trasmessa su Super!

croods curiosità

Che ne dite di queste curiosità su I Croods? Ditecelo nei commenti!

Ora potete rivedere I Croods su Sky Cinema DreamWorks, fino al 19 aprile sulla piattaforma e anche on demand e su Now TV.