Amazon sarebbe interessata ad acquisire AMC Entertainment, la più grande catena cinematografica al mondo, proprietaria anche di Odeon Cinemas nel Regno Unito e di UCI Cinemas in vari paesi Italia inclusa. L’indiscrezione è stata diffusa dal Daily Mail e non è stata confermata né da Amazon né da AMC, ma è bastata per far schizzare alle stelle le quotazioni della catena che soffrivano da diverso tempo a causa dell’emergenza Coronavirus (in realtà l’azienda era in difficoltà già prima della crisi). Il sito sottolinea che l’interesse del colosso di Seattle potrebbe già essere scemato e che non è chiaro se ci siano trattative di qualche tipo in corso, ma nel frattempo le azioni della catena sono balzate del 45%.

Amazon, lo ricordiamo, è anche produttore di contenuti audiovisivi e al contrario di Netflix ha sempre avuto una strategia distributiva più tradizionale per i propri film, rispettando le finestre di 90 giorni tra l’uscita in sala e la distribuzione su Amazon Prime Video. Anche per questo motivo film come Manchester by the sea e The Big Sick hanno ricevuto anche l’attenzione degli Oscar senza le polemiche che avevano accompagnato le nomination di prodotti Netflix come Roma o The Irishman. Dall’anno scorso, però, la compagnia ha iniziato a lanciare in meno cinema film come The Report e The Aeronauts, prediligendo l’uscita digitale.

In passato Amazon aveva già mostrato un certo interesse per l’acquisizione di una catena cinematografica, buttando l’occhio su Landmark, poi venduta al miliardario Charles S. Cohen. La notizia di una potenziale acquisizione di AMC va comunque presa con le pinze, in quanto gli azionisti della catena potrebbero non vedere di buon occhio una “svendita” della compagnia in un momento storico in cui il suo valore si è fortemente abbassato a causa delle chiusure dei cinema. Vi terremo aggiornati!