Proprio ieri vi abbiamo aggiornato su una serie di aspetti interessanti della produzione di Mad Max: Fury Road riguardo le dinamiche tra i vari componenti del cast principale; oggi vi proponiamo un altro estratto dell’interessante approfondimento del New York Times in cui veniamo a sapere che, prima di scritturare Tom Hardy, Jeremy Renner era stato uno dei nomi in lizza per il ruolo da protagonista, tanto da valergli un provino con il resto del cast.

La vicenda gira attorno a un giovane Max Rockatansky ed era quindi necessario fare un recasting del personaggio precedentemente interpretato in maniera iconica da Mel Gibson e che si era visto per l’ultima volta sullo schermo 30 anni prima, nel 1985.

Nel 2015, Renner sembrava rispecchiare uno dei candidati ideali per il ruolo principale di Max, vista anche la lunga lista di recenti ruoli e successi, a partire da Occhio di Falco in Avengers per poi continuare con Aaron Cross in The Bourne Legacy, Hansel in Hansel & Gretel: cacciatori di streghe e l’acclamato ruolo di Carmine Polito in American Hustle.

Come lui molti altri attori erano stati presi in considerazione per il ruolo, eppure sembra che il suo nome fosse tra i favoriti, tanto da valergli un provino con il cast principale già scritturato, in particolare con Zoe Kravitz (Toast nel film) che ha ricordato:

Ho fatto un provino con Jeremy Renner che leggeva le battute di Max, per capire se a livello di chimica ci fosse intesa. Tom non era stato ancora scritturato.

 

Come tutti sappiamo, la scelta di Tom Hardy è stata fatta da George Miller in persona, che ha trovato in lui (come dichiarato sempre al New York Times) “lo stesso carisma, fascino e profondità che aveva visto in Mel Gibson anni prima“.

Voi che ne pensate? Come avreste visto all’epoca la scelta di Jeremy Renner come protagonista di Mad Max: Fury Road?

Fatecelo sapere nei commenti!

Fonte: The New York Times