Stando alle ultime decisioni della Disney, l’alba non sorgerà per il musical di Broadway di Frozen, dopo la chiusura per l’emergenza Coronavirus.

La divisione teatrale della compagnia ha annunciato poche ore fa che l’adattamento teatrale del film d’animazione ha chiuso definitivamente i battenti: si tratta della prima vittima effettiva della pandemia da coronavirus.

Gli spettacoli si sono fermati lo scorso marzo e non riprenderanno perché i costi di tre produzioni sono diventati eccessivi: oltre a Frozen (che è risultato comunque il meno redditizio), a Broadway fino a pochi mesi fa erano in corso anche Aladdin e Il re leone.

La produzione di Brodway di ‘Frozen’ non riaprirà i battenti a causa della chiusura totale che ha colpito tutta l’industria e delle risultanti perdite economiche” si legge nel comunicato. “L’ultimo spettacolo si è tenuto mercoledì 11 marzo, per un totale di 825 esibizioni e 26 anteprime“.

La decisione riguarda soltanto New York, visto che il tour nordamericano e le produzioni internazionali in Regno Unito, Australia, Giappone e Germania sono destinate a riaprire a tempo debito. La chiusura degli spettacoli di Broadway permetterà così il riutilizzo di set, costumi e oggetti di scena per le altre produzioni.

Che ne pensate della decisione di far chiudere i battenti al musical di Frozen?

Fonte