In una chiacchierata fatta su SirusXM, Mark Hamill ha raccontato di come, ai tempi di Star Wars – Episodio VI: Il Ritorno dello Jedi, avesse sperato in una svolta “bad” per Luke Skywalker.

Ospite della popolare radio satellitare Mark Hamill ha spiegato:

Ricordo di essermi lamentato di una cosa con George ai tempi di La Vendetta dello Jedi [il titolo originariamente scelto per la pellicola, ndr.]. Gli dissi ”È così prevedibile e consolatorio” e lui mi rispose “Mark, non dimenticare che questi film sono fatti per i bambini”. Le sue intenzioni originali erano quelle di fare dei film per i ragazzini! Gli adolescenti e quelli anche più piccoli. Ma noi, ovviamente, proiettavamo su questi film la nostra sensibilità di adulti ed era lì che sbagliavamo. Ma lui è George, lui sa cosa vuole e infatti ho poi compreso che aveva ragione. “Nelle fiabe tutti i nodi vengono al pettine ordinatamente alla fine”. Dopo L’Impero Colpisce Ancora ho pensato che dovessimo percorrere la strada più folle, ma c’è una ragione se George è George e io sono io. Sai, pensavo davvero che Luke stesse diventando cattivo perché vestivo sempre di nero. Pensavo che sarei passato al Lato Oscuro nell’ultimo film. E che mi sarei riscattato. Mi pareva che col precedente stessimo andando in quella direzione, ma bisogna anche dire che ogni attore desidera interpretare il suo gemello malvagio.

Qualche giorno fa, in una nuova intervista concessa al The Daily Beast, Mark Hamill ha dichiarato di essere alquanto scioccato nel constatare l’elevato livello di litigiosità raggiunto dai fan di Star Wars (trovate maggiori dettagli in questo articolo).

Vi ricordiamo che la saga di Star Wars è disponibile integralmente su Disney+.

Cosa ne pensate delle parole di Mark Hamill su Luke Skywalker? Ditecelo nei commenti!