Sembra che un rinvio degli Oscar 2021 sia sempre più vicino. Sin dalla chiusura dei cinema americani a causa dell’emergenza Coronavirus a marzo, l’Academy ha iniziato a valutare misure temporanee per far sì che i film possano comunque partecipare alla selezione degli Oscar. Ora secondo Variety starebbe prendendo seriamente in considerazione uno slittamento della cerimonia, attualmente fissata al 28 febbraio 2021.

Non è la prima volta che si parla di questa possibilità, anche per via del rischio di una sovrapposizione con il Super Bowl nel caso venisse rimandato, ma ora sembra che gli organizzatori stiano ragionando concretamente su uno spostamento, anche se non è stata ancora avanzata una proposta ufficiale su nuove date. Nel caso, è possibile che venga prolungato anche il periodo di uscita in sala (che attualmente è dal 1 gennaio al 31 dicembre) dei film che vengono presi in considerazione per la selezione, ma sono aspetti che verranno valutati quando verrà avanzata la proposta.

Questa situazione ovviamente ha suscitato una certa ironia sui social:

 

Nel frattempo anche la Directors Guild e la Producers Guild hanno annunciato modifiche al regolamento per l’edizione 2021 dei premi, attualmente fissata rispettivamente per il 6 febbraio e il 23 gennaio (ma le date potrebbero slittare in corrispondenza con eventuali nuove date degli Oscar).

In sostanza, per quest’anno DGA e PGA permetteranno anche ai film usciti in streaming o su piattaforme VOD di partecipare alla selezione. Solitamente il requisito è di uscire in sala a Los Angeles o New York per almeno 7 giorni, ma ovviamente in questo momento storico è impossibile. Nel caso della DGA, la deroga al regolamento sarà possibile per quei film che avevano già pianificato un’uscita al cinema dopo il 13 marzo 2020, quando è avvenuta la chiusura nazionale.

Ovviamente vi terremo aggiornati.

Cosa ne pensate? Potete dircelo nei commenti o sul forum!