Comicbook ha parlato con lo sceneggiatore di John Wick Derek Kolstad a proposito del primo film del franchise con Keanu Reeves e del fatto che inizialmente lo studio era molto titubante sull’inserimento dell’uccisione della cagnolina di Wick, un momento chiave per lo sviluppo del personaggio:

Volevano andare sul sicuro, perciò c’erano alcuni elementi che avevano proposto di tagliare: “Rimuoviamo la cagnolina e concentriamoci sull’assassino che torna in azione”.

Da lì cominciò un confronto molto accesso tra lo studio e i registi, ma poi arrivò il momento di scoprire il riscontro del pubblico alle proiezioni di prova:
Ci furono resistenze sotto ogni punto di vista fino alla prima proiezione. Stavamo guardando il pubblico e non appena è arrivata la morte della cagnolina, sentire e assistere a quelle reazioni ci ha convinto che: “Sì, avevamo ragione”.

Ecco la sinossi del primo film di John Wick:

Un giovane e sadico criminale della mafia russa di New York fa irruzione in casa di un uomo che ha appena perso la moglie, per picchiarlo e rubare la su splendida Boss Mustang del 1969. Ma la bravata del mafioso avrà delle conseguenze inimmaginabili: l’uomo che ha picchiato è John Wick, il più spietato serial killer che la malavita abbia mai conosciuto. E il suo unico obiettivo adesso è vendicare il torto subito….