Un tweet innocuo scritto in sostegno di David Ayer ha preso una piega decisamente inaspettata per Cathy Yan, la regista di Birds of Prey e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn.

Tutto è cominciato con un messaggio di vicinanza da parte della regista nei confronti di tutto ciò che Ayer ha dovuto subire nel corso della post-produzione di Suicide Squad:

Mi dispiace che ti sia capitato tutto questo, David. Capisco il dolore.

 

 

A quel punto, il messaggio è stato citato da Grace Randolph, una youtuber che sostiene di essere nel “giro degli scoop” e che diversi mesi prima dell’uscita di Birds of Prey aveva svelato alcuni dettagli della trama del film. Alcuni di questi erano sostanzialmente veritieri perché provenienti dai partecipanti delle proiezioni di prova, mentre altri sono stati fraintesi, come dimostrano le recenti discussioni.

Stando a quanto sostenuto dalla Randolph, ciò che Roman Sionis (Ewan McGregor) cercava di recuperare nella versione originale del film erano delle foto del suo pene nascoste nel diamante che Ella Jay Basco (Cassandra Cain) avrebbe ingoiato. La cosa indusse alcuni siti a riportare la notizia sostenendo che in Birds of Prey ci sarebbero state allusioni alla pedofilia.

La discussione avvenuta su twitter tra la regista e la youtuber è servita a smentire la cosa:

Grace Randolph: Ve l’ho detto, ragazzi, ci sono state riprese aggiuntive enormi per rimuovere la storia delle “foto del caz*o” e aggiungere altra azione grazie a Chad Stahelski. Sono sorpresa che Yan sia saltata sul carrozzone, Birds of Prey è stato accolto molto bene dalla critica e ha un pubblico di appassionati molto forte che difende il film a spada tratta.

Cathy Yan: Scusami, non hai idea di quello che dici. È affascinante che tu ti permetta di farlo visto che non hai lavorato al film in alcun modo.

GR: Nessun giornalista lavora a un film, sono due lavori diversi. Tutto ciò che ho riportato è di dominio pubblico grazie a molte fonti interne, io gli ho semplicemente dato risalto. Ho recensito molto bene il tuo film e ho detto che ha un forte pubblico di appassionati. A rigor di logica non dovrebbero esserci problemi.

CY: E ti ringrazio per il supporto, ma chiariamola una volta per tutte: non ci sono mai state foto di un caz*o. Mettere in giro voci sulla pedofilia non è giornalismo, come non lo è diffondere gossip. Lo so bene. Ero una giornalista.

GR: La storia prevedeva che si vedesse il caz*o di Roman sulla statua nella foto nascosta nel diamante – e lui era preoccupato che sembrasse “piccolo”, ecco perché era così deciso a riprenderselo. Una foto del caz*o di una statua, in un contesto come questo, è la foto di un caz*o.

CY: Non è vero. Non ci sono mai state discussioni sulla grandezza del caz*o di Roman. Non riesco a credere di aver appena dovuto scrivere una cosa simile. La sceneggiatura originale prevedeva che ci fosse una foto di Roman come il David di Michelangelo. Hai presente l’arte? Se quella è la foto di un caz*o, allora il Louvre ne è pieno.

[…]

Era una parte comica per mostrare quanto fosse narcisista. Non era convincente – eravamo tutti d’accordo – perciò abbiamo sostituito alcune battute. Tutto qui. Non ci sono state in alcun modo delle riprese aggiuntive per questo problema insensato.

Intanto articoli come questo sono stati scritti sulla base dei tuoi “scoop”. Complimenti per essere la feccia del giornalismo.

 

 

 

Come è stato fatto notare su Twitter, in passato la blogger è stata smentita sia da James Gunn che da James Wan:

 

 

Il film è arrivato al cinema il 6 febbraio.

Ecco la sinossi:

Avete mai sentito la storia della poliziotta, dell’uccello canterino, della psicopatica e della principessa mafiosa? Birds of Prey (e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn) è una storia contorta raccontata dalla stessa Harley, come solo lei sa fare. Quando il malvagio narcisista di Gotham, Roman Sionis, e il suo zelante braccio destro, Zsasz, prendono di mira la piccola Cass, la città viene messa sotto sopra per trovarla. Le strade di Harley, Cacciatrice, Black Canary e Renee Montoya si incrociano, e l’improbabile quartetto non ha altra scelta che allearsi per sconfiggere Roman.

I protagonisti oltre a Harley Quinn (Margot Robbie), sono Black Canary (Jurnee Smollett-Bell), Cacciatrice (Mary Elizabeth Winstead), l’investigatrice Renee Montoya (Rosie Perez), Batgirl/Cassandra Cain (Ella Jay Basco), Maschera Nera (Ewan McGregor) e Victor Zsasz (Chris Messina).

Alla regia Cathy Yan, prima regista asio-americana a dirigere un cinecomic.

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti o sul forum!