Anche Hollywood si prepara a tornare al lavoro dopo il lockdown: Variety annuncia infatti che lunedì è stato inviato un documento di 22 pagine contenente le linee guida per la ripresa delle produzioni cinematografiche e televisive negli Stati Uniti con le misure di sicurezza per impedire la diffusione del Coronavirus.

Il documento è stato stilato da un comitato composto dalle unioni sindacali e dagli studios di Hollywood ed è stato inviato al governatore dello stato di New York Andrew Cuomo e al governatore della California Gavin Newsom (le due locomotive della produzione negli USA), e si attende il loro via libera.

Come nel caso della Gran Bretagna (che ha riaperto alle produzioni con un documento di 44 pagine), le linee guida contengono numerose raccomandazioni sul distanziamento fisico, l’utilizzo di mascherine, la frequente igienizzazione delle mani, controlli della temperatura e altre precauzioni come evitare di creare gruppi di lavoro troppo numerosi e la separazione delle location in zone per facilitare il distanziamento fisico. Inoltre, si consiglia l’aggiunta nel team di ogni produzione di una persona il cui incarico sia dedicato alla verifica del rispetto delle norme.

Non è chiaro quanto, applicando queste misure, le produzioni verranno rallentate ma è un passo fondamentale per la riapertura delle attività dell’industria dello spettacolo.

Fonte: Variety