Sono passati tre anni dall’ultima volta in cui si è parlato del biopic di Enzo Ferrari diretto da Michael Mann (che nel 2015 doveva essere girato a Modena per sei mesi): all’epoca Hugh Jackman aveva aderito al progetto dopo l’abbandono di Christian Bale. Da allora, però, è tornato il silenzio.

Ora Deadline svela che il regista (produttore di Le Mans ’66 – La Grande Sfida) sta nuovamente tornando alla carica, con l’intenzione di iniziare le riprese nella primavera del 2021, e per fare ciò sta pre-vendendo i diritti di distribuzione al mercato virtuale di Cannes. Hugh Jackman è ancora collegato al film, la sceneggiatura dello scomparso Troy Kennedy Martin (The Italian Job) è stato recentemente rimaneggiato dallo stesso Mann.

STX si occupa delle vendite internazionali e distribuirà il film nel Regno Unito e in Irlanda, mentre Amazon sta collaborando. Per chiudere gli accordi, Mann farà una presentazione virtuale agli eventuali compratori martedì.

Il biopic di Ferrari è molto caro a Mann, che conosce la famiglia da tempo e che iniziò a pensare a un film insieme a Sidney Pollack quasi vent’anni fa: “Il vero potere, in questa storia, è racchiuso nelle vite emozionanti di queste persone, vite che si svolgono in circostanze estreme. Inoltre c’è il potere esplosivo e la bellezza letale delle corse. È una storia con un forte dramma nel suo cuore ed è per questo che desidero realizzare questo film da così tanto tempo”, ha commentato il regista su Deadline.

Per realizzare il biopic, Mann intende costruire una serie di repliche di auto da corsa dell’epoca.

Il film, basato sul libro di Brock Yates “Enzo Ferrari: The Man, The Cars, The Races, The Machine“, sarà ambientato negli anni cinquanta e incentrato sull’ascesa di Ferrari e del marchio di veicoli di lusso. Un dettagliato viaggio attraverso un icona dell’automobilismo che comprenderà anche il rapporto con un figlio illegittimo. Un altro focus della pellicola sarà su una gara automobilistica avvenuta in Italia nel 1957 in cui una Ferrari uscì dal tracciato e uccise 9 persone.