Dall’Hollywood Reporter arriva notizia che sul set di Thor: Love and Thunder, in Australia, sarà impiegata la stessa tecnologia rivoluzionaria usata per realizzare The Mandalorian.

Parliamo dello Stagecraft, che prevede l’utilizzo di teatri di posa circondati da giganteschi schermi LED ad altissima definizione sui quali vengono proiettate, in tempo reale, le ambientazioni delle scene da girare, con un notevole risparmio in termini di creazione dei set e di illuminazione (anche e soprattutto in post-produzione).

La ILM, che si cela dietro lo sviluppo della nuova tecnologia, ha annunciato l’installazione di nuovi set Stagecraft: uno sarà costruito a Los Angeles, uno ai Pinewood Studios di Londra (che sarà operativo da febbraio) e uno ai Fox Studios in Australia, proprio dove sarà girato l’anno prossimo Thor: Love and Thunder.

Taika Waititi ha avuto modo di conoscere la tecnologia proprio sul set di The Mandalorian, perciò non sorprende che abbia deciso di sfruttarla anche per il suo prossimo cinecomic.

Stagecraft

Ricordiamo che è stata Natalie Portman a confermare che l’inizio delle riprese di Thor: Love and Thunder è fissato in Australia per i primi mesi del 2021. Il film è stato annunciato giusto un anno fa al Comic-Con di San Diego al panel dei Marvel Studios in Sala H, assieme a tutta la Fase 4 ed è il prossimo film del franchise diretto nuovamente da Taika Waititi.

Sullo schermo tornerà Chris Hemsworth insieme a Tessa Thompson e Natalie Portman, che tornerà a interpretare Jane Foster e nello specifico nella nuova incarnazione di… la potente Thor.

L’uscita di Thor: Love and Thunder è prevista per l’11 febbraio 2022, mentre le riprese dovrebbero partire a inizio 2021.