Come vi abbiamo raccontato ieri, J.K. Rowling è tornata nell’occhio dei ciclone a causa della pubblicazione del suo nuovo romanzo giallo scritto sotto pseudonimo, Troubled Blood (qui tutti i dettagli).

Radio Times ha avuto modo di chiacchierare con uno dei volti storici della saga di Harry Potter, Robbie Coltrane, chiedendogli un parere sulla vicenda:

Non credo che quello che ha detto sia stato offensivo in realtà. Non so perché ma c’è un’intera generazione su Twitter di persone in attesa costante di sentirsi offese. Non avrebbero vinto la guerra facendo così, no?

L’attore, che ha interpretato Rubeus Hagrid, ha proseguito spiegando:

Sembro un vecchio scontroso quando parlo così, ma alla fine pensi: “Oh, datevi una regolata. Aprite gli occhi, schiena dritta e andate avanti”.

E si è poi rifiutato di andare oltre:

Non voglio restare coinvolto in tutto questo per evitare messaggi di odio e tutto quello schifo, cosa di cui non ho bisogno in questo momento della mia vita.

Troubled Blood è il quinto romanzo della serie incentrata sugli investigatori Cormoran Strike e Robin Ellacott scritta da J.K. Rowling sotto pseudonimo. Nel giro di poche ore, l’audio libro, la versione cartacea e quella Kindle del romanzo sono balzati in testa alla classifica dei best seller di Amazon Regno Unito.

troubled blood

 

Fonte