Avengers: Endgame tornerà al cinema in Italia il prossimo fine-settimana e per l’occasione di Marvel Studios hanno deciso di regalare agli spettatori qualche chicca.

Alla fine dei titoli di coda ci sarà nello specifico, oltre a un tributo a Stan Lee, anche una scena inedita di cui ora scopriamo i dettagli grazie al Los Angeles Times.

Nella sequenza, un capo dei pompieri (interpretato dall’attore di Die Hard Reginald VelJohnson) e la sua squadra assistono a un salvataggio di alcuni civili da parte di Hulk. Il golia verde utilizza un’antenna parabolica per trarre in salvo alcune persone da un edificio in fiamme. La scena finisce con Hulk che risponde a una telefonata con il suo tablet, che sembra un cellulare. Al telefono è Steve Rogers.

Nel montaggio finale la prima volta che vediamo Hulk dopo il salto temporale è alla tavola calda con Scott, Steve e Natasha.

Perché la decisione di tagliarla? Ne hanno parlato gli sceneggiatori Christopher Markus e Stephen McFeely.

Avevamo scritto la scena per mostrare più attivamente il suo ruolo [dopo il salto temporale] e i suoi atti di eroismo, invece che partire dalla tavola calda con lui che faceva il punto” ha spiegato Markus. “Ma non aggiungeva nulla di più rispetto alla scena con i pancake, risultava più rumore che contenuto“.

McFeely ha poi aggiunto: “Ci vogliono ere per capire certe cose, ma se la scena non aggiunge nulla, non merita di avere posto nel film“.

I due sceneggiatori hanno ammesso che inizialmente lo script prevedeva scene ambientate nel laboratorio gamma sul processo di 18 mesi impiegato da Banner per fondersi con Hulk. Poi c’è stato il dietrofront, con la scelta di spiegare le sue “origini” attraverso l’esposizione.

Oh, ho scritto le scene in laboratorio” ha confermato McFeely. “Adesso c’è solo lui che mangia pancake, e credo che in generale funzioni“.

Tutto si riassume perfettamente con Paul Rudd in stato di confusione” ha concluso Markus.

LEGGI ANCHE

Il film è stato diretto da Anthony e Joe Russo ed è stato scritto da Christopher Markus e Stephen McFeely. Tra i produttori esecutivi anche Jon Favreau, regista dei primi due Iron Man.

Fonte