CBM riporta un nuovo estratto da Black Widow: The Official Movie Special Book (da pochi giorni in vendita), il volume di approfondimento sul film di Cate Shortland in arrivo l’anno prossimo.

Ecco, nello specifico, un passaggio dedicato alle origini di Guardiano Rosso interpretato da David Harbour:

È cresciuto nell’Unione Sovietica durante la corsa agli armamenti. Era un soldato ed è stato scelto per un programma speciale visto che gli americani stavano sviluppando delle armi e, naturalmente, Captain America. I russi ci hanno messo tempo a recuperare, ma volevano rispondere con la loro versione di Captain America. Gli hanno dato il siero della super forza e lo hanno addestrato in un certo modo. Ma non è diventato famoso quanto Captain America, nessuno sa veramente chi è.

Sul legame tra lui e Vedova Nera:

Erano stati spacciati come una famiglia nell’America negli anni ’90. Il personaggio di Rachel Weisz, Melina, era la mamma, Alexei il padre, e Natasha e Yelena le loro figlie. Lo vediamo all’inizio del film. Si conoscevano tempo fa, poi hanno perso i contatti per 20 anni.

Il film sarà ambientato dopo lo scontro a cui Vedova Nera partecipa all’aeroporto di Captain America: Civil War. Dopo questi eventi, Natasha “si ritroverà da sola e nel corso della storia dovrà fare i conti con la nota rossa nel suo registro“.

Il film su Natasha Romanoff / Vedova Nera, diretto da Cate Shortland, vede nel cast Scarlett Johansson, David Harbour (Guardiano Rosso), Florence Pugh (Yelena Belova), O-T Fagbenle e Rachel Weisz (Melina).

Black Widow uscirà il 7 maggio 2021 negli Stati Uniti.

Cosa ne pensate? Fatecelo sapere nei commenti!