Era già stato a Giffoni due anni fa per Io Prima Di Te. Sam Claflin torna nel Festival diretto da Claudio Gubitosi per presentare in anteprima Resta Con Me di  Baltasar Kormákur tratto dalla storia vera di Tami Ashcraft il film racconta di un viaggio di sopravvivenza in barca a vela nell’Oceano da parte di due giovani innamorati. In omaggio al titolo italiano scelto per il film (in originale è Adrift), nelle nostre sale a partire dal 29 agosto, è partita alla fine della conferenza stampa una versione live di Resta Cu’ Me di Domenico Modugno. Ecco il resoconto dell’incontro di Sam Claflin con i giornalisti.

Cosa pensa di questa storia d’amore tratta da una storia vera?
È unica magari non nella vita ma sicuramente nel cinema. Mi sono molto rivisto nel rapporto con mia moglie nl senso che abbiamo una relazione molto intensa e conflittuale che però non scade mai nella rottura.

Cosa ha di speciale Giffoni visto che è la seconda volta che torni?
È uno dei festival più importante del mondo. Qui si decide il futuro visto che da qui nasceranno i creativi di domani. Le loro menti non sono compromesse come le nostre che sono molto più schematizzate. Sapere che ci sia questa passione è un’ispirazione molto grande. Spero che questa storia che presentiamo oggi dia speranza perché il film racconta della forza per sopravvivere. Questa è la storia di Tami Ashcraft (nella pellicola interpretata da Shaileen Woodley).

Le riprese sono state difficili dal punto fisico?
Ero pieno di muscoli quando ho cominciato il film e ho dovuto perdere molti chili per sembrare un uomo di mare. Non sarei mai riuscito a fare questo film senza Shailene e sono stato molto fortunato ad averla con me sul set perché mi ha aiutato molto.

Il cinema può affrontare tematiche importanti secondo lei?
Il mondo oggi fa molta paura e franchise come The Hunger Games ci dicono che il governo si può contestare, anche se in chiave distopica ovviamente. Sono film utili per il pubblico più giovane.

L’acqua è il tema di questa edizione di Giffoni e Resta Con Me è un film che ha l’acqua come elemento fondamentale. Che cosa ne pensa?
Le persone stanno finalmente iniziando a capire ad affrontare l’ecologia in modo diverso. La fauna marina è fondamentale nella vita di tutti noi. Lasciare inquinare gli oceani è preoccupante. Non sono un esperto delle problematiche marine ma sono contento che alcuni movimenti e associazioni si interessino al problema.

Come si è trovato a recitare in un film tratto da una storia vera?
Ci sono stati elementi di questa storia che abbiamo rispettato mentre altre cose le abbiamo cambiate. Tami ci ha dato il suo appoggio e questo ci ha aiutato. La mia preparazione è stata forte. Tami è venuta sul set e quando mi ha visto nei panni di Richard… si è messa a piangere. Ho cercato di trovare il personaggio attraverso l’istinto.

Ha una strategia nella scelta dei ruoli?
Amo Christian Bale e mi piace la sua trasformazione fisica. Venendo dallo sport il corpo è molto importante per me. Ogni personaggio che interpreto è importante che sia diverso di film in film. Recentemente ho scelto dei film duri come The Nightingale dove avevo messo su 12 chili di muscoli e li ho dovuti perdere tutti molto velocemente per recitare in Resta Con Me. The Nightingale sarà un film diverso dai miei ultimi perché il personaggio è malvagio e ho dovuto faticare molto per capire il suo punto di vista.