Mentre siamo in attesa di scoprire con esattezza quando ripartiranno le riprese di Jurassic World: Dominion, abbiamo la possibilità di venire a conoscenza di un paio di gustosi aneddoti su Jurassic Park, il leggendario film di Steven Spielberg basato sull’omonimo romanzo di Michael Crichton.

L’occasione arriva perché in questi giorni David Koepp, responsabile della sceneggiatura del film, è impegnato nella promozione stampa di You Should Have Left, progetto da lui scritto e diretto che lo vede nuovamente al lavoro insieme a Kevin Bacon a 21 anni di distanza da Echi Mortali.

Parlando con CinemaBlend ha discusso, nello specifico, di una scena eliminata da Jurassic Park e della celebre battuta pronunciata da Samuel L. Jackson “Allacciate le cinture”.

In merito alla prima questione citata dice:

Mi stava mostrando un po’ degli storyboard che aveva fatto. Alcuni sono finiti nel film in maniera sostanzialmente identica. Poi c’era questo passaggio con il T-Rex e i ragazzini che aveva un’ambientazione fluviale e mi spiegò che “Oh no, questa non la faremo”. Si trattava di una scena che è stata rimossa nelle prime fasi di concepimento del film. Era davvero troppo complicata specie perché dovevano ancora capire come implementare le varie tecnologie nella pellicola. E l’idea di aggiungere anche l’acqua… fece capire a Mr. Lo Squalo che era troppo complicato.

Sulla battuta “Allacciate le cinture”, “Hold on to your butts” nella versione originale di Jurassic Park, spiega:

Una delle battute che le persone ricordano di più è composta da quattro semplici parole dette in maniera tale da imprimersi nell’immaginario del pubblico. Ricordo che stavo finendo La Morte ti fa Bella quando stavo scrivendo Jurassic Park e avevamo a che fare con un finale percepito come disastroso alla fine di uno di quegli orribili test screening che finiscono praticamente per ucciderti dentro. Avevamo urgenza di girare un nuovo finale, ma mancava davvero poco all’uscita ergo avevamo modo di lavorare ai giornalieri delle riprese aggiuntive senza alcuna opportunità di ulteriori modifiche. In sostanza: tutto doveva andare per il verso giusto. Ci mettevamo a guardare i giornalieri e mentre le luci si abbassavano, Robert Zemeckis se ne uscì con questo “Hold onto your butts”. Amai subito quell’espressione e la misi immediatamente nello script di Jurassic Park. E poi Sam Jackson la recitò. Credo di non aver mai raccontato questo aneddoto a Zemeckis, ma il merito di quella battuta è suo.

Cosa ne pensate di questo aneddoti su Jurassic Park? Ditecelo nei commenti!