Dopo le ultime dichiarazioni su Matrix 4 di Keanu Reeves e Neil Patrick Harris, tocca adesso a Yahya Abdul-Mateen II che, in occasione di un’intervista rilasciata durante gli impegni stampa per Il processo ai Chicago 7 (The Trial of the Chicago 7), il nuovo film scritto e diretto da Aaron Sorkin che Netflix ha acquistato dalla Paramount Pictures per ben 56 milioni di dollari, ha avuto la possibilità di parlare di questo nuovo progetto.

Ovviamente, l’attore non è potuto scendere nei dettagli di una trama blindatissima, ma si è soffermato a raccontare la prima reazione avuta leggendo la sceneggiatura e il suo primo incontro con Lana Wachowski.

La mia reazione alla lettura della sceneggiatura è stata “Wow, la gente adorerà questa cosa. Io l’adoro. Alla gente piacerà”. È allo stesso tempo differente, pur essendo la stessa cosa. È la fusione molto, molto intelligente di quello che vogliamo vedere e di quello che non sappiamo ancora di voler vedere. Il mio primo meeting con Lana non è stato neanche una vera e propria audizione. Si è trattato di un meeting nel senso più letterale del termine, un’occasione per conoscerci reciprocamente, ascoltare le nostre storie e capire che tipo di attore sono. Lana era interessata a creare una famiglia più che un cast. È sono stato così fortunato da venir accolto in quella famiglia. Essere qua a Berlino con questa squadra a lavorare a qualcosa di così speciale è una cosa di cui sono incredibilmente orgoglioso.

Ricordiamo che le riprese del quarto Matrix erano iniziate a San Francisco nelle prime settimane dell’anno: dopo aver girato una corposa porzione del film in esterni in California, la produzione si è spostata agli Studi Babelsberg di Berlino, ma ha dovuto interrompere la lavorazione il 16 marzo a causa del lockdown.

Anche la data di uscita è stata rinviata: Matrix 4 non uscirà più il 21 maggio 2021 ma il 1 aprile 2022, un anno dopo insomma.

Matrix 4 è stato scritto da Lana Wachowski insieme ad Aleksander Hemon e David Mitchell (autore di Cloud Atlas) ed è da lei diretto. John Toll si occupa della fotografia. Nel cast torneranno Keanu Reeves e Carrie-Anne Moss, insieme a Lambert Wilson e Jada Pinkett Smith. Verranno affiancati dalle nuove leve Yahya Abdul-Mateen II, Neil Patrick Harris, Priyanka Chopra e Jonathan Groff.

Il primo film ha compiuto 20 anni nel 2019. La trilogia ha incassato complessivamente 1.6 miliardi di dollari al box-office mondiale, di cui 592 milioni solo negli USA (ritoccati con l’inflazione sarebbero più di 900 milioni di dollari attuali). A produrre la pellicola per la Warner Bros. ancora una volta la Village Roadshow.