Dopo aver interpretato Jane Eyre nell'ultima trasposizione del romanzo di Charlotte Bronte diretta da Cary Fukunaga, Mia Wasikowska è stata ingaggiata per un nuovo adattamento di una delle opere più celebrate, e al tempo stesso mia-wasikowska.jpgcriticate, dell'Ottocento: Madame Bovary. La protagonista di Alice in Wonderland verrà dunque diretta da Sophie Barthes, già regista di Cold Souls nel 2009, a partire da un script firmato da Rose Barreneche.

Il romanzo di Gustave Flaubert, pubblicato nel 1857 e accusato di oltraggio alla morale, vede come protagonista una donna di nome Emma Bovary, bellissima moglie di un dottore di nome Charles in una piccola cittadina. Dopo aver sposato l'uomo solo per poter fuggire dalla fattoria del padre, Emma sarà continuamente alla ricerca di un posto di prestigio in società. Paul Giamatti, già diretto dalla regista in Cold Souls, interpreterà il farmacista del paese, stretto confidente di Charles a cui minaccia di rivelare indiscrezioni sulla protagonista.

Pur rimanendo abbastanza fedele al romanzo originale, questa versione cercherà una narrazione di stampo più giovanile, inserendo temi di interesse attuale. La produzione del film, prodotto da Joe Neurauter e Felipe Marino per la Occupant Entertainment, inizierà i prossimo autunno in Europa.