Nelle ultime ore è stata diffusa la bozza del nuovo DPCM che disporrebbe, tra le misure di contenimento della nuova ondata di Coronavirus, anche la chiusura di cinema e teatri. I mezzi d’informazione precisano che, trattandosi di una bozza, alcune misure sono suscettibili di cambiamenti anche drastici, ma nel frattempo la notizia ha iniziato ad allarmare gli appassionati e, soprattutto, chi lavora nell’intera filiera dello spettacolo (incluso il sito che state leggendo, BadTaste.it).

Diversi i post sui social di persone appartenenti al settore e non che, accompagnati dall’hashtag #NonChiudeteICinema, chiedono che non venga penalizzata una delle ultime industrie che ha avuto il permesso di riaprire, a giugno, e che per farlo si è attrezzata aderendo a tutte le norme anticontagio. Le sale cinematografiche e i teatri sono tra i pochi luoghi di svago e cultura in cui è possibile controllare che venga applicato il distanziamento, con sale dalle capienze limitate, posti assegnati e l’obbligo delle mascherine. Nelle ultime settimane, a fatica, gli incassi erano tornati a crescere e per le prossime settimane erano state programmate alcune uscite importanti di titoli italiani di richiamo.

Non sappiamo se il decreto, alla fine, conterrà davvero questa misura, ma nell’attesa condividiamo il suggerimento che ci è arrivato da una nostra lettrice, invitandovi tutti ad acquistare un biglietto sul sito del vostro cinema di riferimento: anche se non potremo andare al cinema, affolleremo “virtualmente” le sale italiane e sosterremo, per quanto possibile, queste realtà.