Vanity Fair ha dedicato la sua ultima copertina a Gal Gadot, che a Natale (se tutto andrà secondo i piani) sarà protagonista di Wonder Woman 1984.

L’articolo rivela, tra le altre cose, il cachet dell’attrice che per la prima pellicola aveva ricevuto un compenso di 300 mila dollari. Per questo sequel l’attrice è arrivata a quota 10 milioni di dollari, anche se il giornale fa notare che nonostante il grosso balzo, “si tratta di meno della metà di quanto ricevono alcuni protagonisti maschili“.

L’articolo non precisa se l’attrice ha nel contratto anche una percentuale sui profitti, che per molti ruoli a Hollywood è praticamente la prassi.

C’è anche un altro passaggio dedicato al film di Patty Jenkins, nello specifico incentrato sul prologo della pellicola, in cui una giovane Diana si ritroverà a partecipare alle Olimpiadi delle Amazzoni mostrando il suo valore e la sua forza.

Si tratta di una sequenza che Gadot trova molto commovente:

Ogni volta che vedo questa parte del film mi vengono le lacrime agli occhi, lacrime positive piene di emozione. Una delle cose in cui credo è che puoi sognare di diventare qualcuno o qualcosa solo dopo averlo visto. I maschi sono stati fortunati, hanno potuto assistere a cose simili sin dalla nascita del cinema, sono sempre stati i protagonisti, quelli forti, gli eroi della situazione. Noi, invece, non siamo state rappresentate. Credo sia così importante, specialmente perché sono una madre di due bambine, mostrare loro il potenziale a cui possono ambire. E questo non significa che debbano essere necessariamente atletiche o prestanti, ma che possono aspirare a qualcosa di meglio di ciò che la vita sembra proporre.

 

 

Wonder Woman 1984 sarà (teoricamente) al cinema a Natale negli Stati Uniti, a gennaio in Italia.

Questa la sinossi ufficiale:

Un rapido balzo fino agli anni ’80 nella nuova avventura per il grande schermo di Wonder Woman, che si troverà ad affrontare un nemico del tutto nuovo: The Cheetah.

Nel cast del film film compare anche Kristen Wiig nel ruolo della super cattiva Cheetah, così come Pedro Pascal. Chris Pine fa ritorno al suo ruolo di Steve Trevor. Nel cast anche Ravi Patel, Natasha Rothwell e Soundarya Sharma.

Charles Roven, Deborah Snyder, Zack Snyder, Patty Jenkins, Stephen Jones e Gal Gadot sono i produttori del film. Rebecca Roven Oakley, Richard Suckle, Wesley Coller, Geoff Johns e Walter Hamada ne sono i produttori esecutivi.

A far compagnia alla regista dietro la macchina da presa, il direttore della fotografia Matthew Jensen, la scenografa candidata all’Oscar® Aline Bonetto (“Amélie”) e la costumista premio Oscar® Lindy Hemming (“Topsy-Turvy”). Il montatore candidato all’Oscar®, Richard Pearson (“United 93”) si occuperà del montaggio del film.

Tra i luoghi per le riprese la produzione ha scelto Washington, D.C., Alexandria, Virginia oltre a Regno Unito, Spagna e Isole Canarie.

“Wonder Woman 1984” è ispirato al personaggio creato da William Moulton Marston e pubblicato nei fumetti dalla DC Entertainment. Il film sarà distribuito in tutto il mondo dalla Warner Bros. Pictures, una compagnia della Warner Bros. Entertainment.