Alessia Pelonzi

redattore

Gli articoli di Alessia Pelonzi

Aggiornato il 25 settembre 2018 alle 11:39
alessio cremonini © andrea francesco berni

A pochi giorni dall'esordio in un numero limitato di sale - avvenuto in contemporanea all'uscita su Netflix il 12 settembre - Sulla Mia Pelle sta continuando a raccogliere consensi, che si vanno ad aggiungere al plauso conquistato in occasione della
Sulla mia pelle

Dopo un'accoglienza calorosissima ricevuta al Festival di Venezia, Sulla Mia Pelle di Alessio Cremonini approda domani su Netflix e nelle sale cinematografiche - per lo più indipendenti - di tutta Italia (qui l'elenco completo). Alla vigilia dell'uscita
Driven

Come già avvenuto col precedente Il Viaggio, presentato due anni fa a Venezia, anche con Driven il regista nordirlandese Nick Hamm e il conterraneo sceneggiatore Colin Bateman prendono spunto da una vicenda reale per ridipingere sostanzialmente
Opera Senza Autore

Riuscite a immaginare la peggior fiction in costume che il piccolo schermo vi abbia offerto negli ultimi anni? Dilatatela fino all'inverosimile, infarcendola con tutti i cliché più pigramente usurati della letteratura filmica, e avrete un'idea di ciò
Vox Lux

A tre anni dal cupo esordio alla regia con The Childhood of a Leader, presentato sempre in laguna, Brady Corbet torna a turbare gli animi del Festival di Venezia con Vox Lux; con l'opera prima del cineasta e attore, questo secondo esperimento ha in
At Eternity's Gate

Omaggio diluito in aperto contrasto con la pastosità scultorea della pittura di Van Gogh, At Eternity's Gate non si pone il problema di raccontare qualcosa di nuovo; puntando tutto su una performance di Willem Dafoe che strizza l'occhio a qualsiasi possibile
Tel Aviv on Fire

Woody Allen in Cisgiordania? Possibile, vedendo Tel Aviv on Fire, acutissima commedia di Sameh Zoabi che segue le vicissitudini di Salam (Kais Nashif, già visto in Paradise Now), un giovane palestinese la cui routine si articola tra posti di blocco
Peterloo

Rigoroso nella messinscena ed estremamente sottile nella trattazione dei prodromi della tragedia cui fa riferimento, l'affresco storico di Mike Leigh dedicato al massacro di Peterloo - in corsa per il Leone d'Oro al Festival di Venezia - pullula di