Francesco Alò

Francesco Alò

redattore

Gli articoli di Francesco Alò

Aggiornato il 16 dicembre 2018 alle 06:20

Il papà dei blockbuster ascoltava Berio e Nono e non gli Aerosmith? Capita di fare strani incontri a volte. Come quando ti imbatti in Lorenzo di Bonaventura, classe 1957, produttore di giocattoloni blockbuster come Transformers, G.I. Joe ma anche

Il politico e la ballerina. Ma perché questo amore non s'ha da fare? Lui è David Norris (un coriaceo Matt Damon). Candidato giovanissimo al Senato per lo stato di New York, David si frega tutto con foto compromettenti che lo ritraggono

Bobby Farrelly è sposato dal 1990. Il fratello Peter dal 1996. Ancora resistono. Per gli standard hollywoodiani, i due fratelli registi di Tutti pazzi per Mary (1998) sono più fedeli di quanto lo sia il cane Hachikō con Richard Gere nell'omonimo

C’erano una volta quattro leoni. Anzi, no. C’erano una volta uno struzzo, una tartaruga ninja, un honey monster della marca di cereali Sugar Puffs e un pagliaccio a testa in giù che durante la maratona di Londra provarono a far saltare

Ha doppiato per quattro stagioni su sette Butt-Head di Beavis & Butt-Head (1993-1997). Ha prestato la sua voce al narratore del cartone danese Terkel in Trouble (2004). E’ stato il primo italiano a comparire sulla copertina dell’edizione

Vogliamo bene ai due amiconi inglesi. Protagonisti dai tempi di Spaced di avventure giovanili infarcite di citazioni cinematografiche dirette dal sodale Edgar Wright, Simon Pegg e Nick Frost sono diventati forti prodotti d’esportazione della terra

Camicie rosse, camicie verdi, camicie impregnate di sudore post sbornia. Le prime due sono la vera Thailandia degli scontri politici tra progressisti (rossi) e conservatori (verdi), quella del regime militare e delle barricate in città in cui

"Perché Pippo sembra uno sballato? Perché Pippo è uno sballato." Ci vuole un po’ di pazienza (nel senso anche di Andrea Pazienza) con i Pirati dei Caraibi arrivati al loro quarto capitolo, affidato alla regia non