Gabriele Niola

Gabriele Niola

redattore
Di lavoro gioco ai videogiochi e guardo film. È questa la vita che volevo da bambino

Gli articoli di Gabriele Niola

Aggiornato il 24 aprile 2019 alle 18:24

C'è una cosa da dire subito: Ezio Greggio faceva questi film prima che la banda Scary Movie iniziasse a fare i suoi. Cioè già con Il silenzio dei prosciutti cominciava a fare delle parodie che partivano dall'idea di Mel Brooks

Un uomo comune al centro di una catena di eventi straordinari, un'organizzazione che si fa carico dell'omicidio di quei colpevoli che la giustizia non può punire adeguatamente (secondo loro) "scambiando" le vittime e tramutandole

Con un solo franchise veramente attivo, vivo, vitale e in forma (la saga di Batman) la DC Comics cerca disperatamente il suo posto al sole nell'era dei cinesupereroi. Senza sosta prova a ridare vita all'icona per eccellenza (Superman), azzarda

Tre anni fa, parlando con Jim Capobianco (ex-Disney, story supervisor alla Pixar e all’epoca autore del primo esperimento 2D dell’azienda, il corto Il tuo amico topo, incluso nel Blu-Ray di Ratatouille), gli chiesi quanto Steve Jobs (che della

Se dovessimo sconfinare nella saggistica e stilare un vero e proprio manuale del remake perfetto di questi anni in cui il cinema americano ci ricopre di rifacimenti, Fright Night meriterebbe un posto d'onore nel capitolo "Esempi da seguire". Basato

Diciamocelo, andarsi a confrontare con il Conan di John Milius era un progetto senza senso fin dall'inizio. Non tanto per la presenza esplosiva di Schwarzenegger, nè per la forza immaginativa di un fantasy barbarico e nemmeno per la partecipazione

Attenzione a considerare Seth Gordon uno come tanti altri. Il regista che oscilla tra serie tv, documentari e commedie hollywoodiane non è il classico esecutore di script ma un uomo di cinema a tutto tondo, capace di mescolare racconti, stereotipi

Ci vorrebbe tutto uno studio a parte sul cinema con animali diretto ad un target infantile. Capolavoro di fatica ed addestramento negli anni '60 e con il passare del tempo sempre più cinema dello stato dell'arte della tecnologia e dell'interazione