Gabriele Niola

Gabriele Niola

redattore
Di lavoro gioco ai videogiochi e guardo film. È questa la vita che volevo da bambino

Gli articoli di Gabriele Niola

Aggiornato il 16 dicembre 2018 alle 06:37

In Santiago, Italia non c’è realmente il desiderio di raccontare il colpo di stato che in Cile ha portato alla dittatura di Pinochet come viene fatto per buona parte della sua durata ma, come suggerisce il titolo, di usare quegli eventi per raccontare
Freaks Out

A margine della presentazione del listino 01 fatta durante il festival di Torino, l’AD di RaiCinema Paolo Del Brocco ha parlato con noi dei film che la distribuzione RAI manderà nelle sale in tutto il prossimo anno. Tra cui c’è Freaks Out, il nuovo
bohemian rhapsody slide

Quel che Bohemian Rhapsody realmente mostra sono i limiti del fan service, cosa accada a pensare un film per compiacere chi è già fan del suo soggetto. Pieno di ammiccamenti, dettagli e richiami a nozioni o elementi della vita dei personaggi che solo

Il primo dettaglio che questa nuova versione di Il Grinch modifica è la malvagità. Cioè quello fondante. L’essere che ruba il Natale era già arrivato in varie versioni animate in tv (una volta anche in live action con Jim Carrey) e pur essendo

Un uomo è morto sul lavoro, in fabbrica, la donna con cui viveva e da cui ha avuto un figlio è rimasta sola e la seguiamo nelle 24 ore antecedenti al funerale. Sono le ore delle processioni di amici e parenti, le condoglianze e il grottesco che si materializza

Quando James Franco sceglie di introdurre i personaggi del suo diciassettesimo lungometraggio come degli appassionati di cinema d’autore europeo, in un fumoso cinema americano mentre guardano La Donna È Donna di Jean-Luc Godard suona disonesto. E suona

Ci sono registi che non possono fare a meno di pensare piccolo e raccontare sempre e comunque storie intime e altri che, qualsiasi cosa girino, non possono che pensare in grande. Bertolucci apparteneva alla seconda categoria. Non ci apparteneva

Come si può onestamente guardare un film come Blaze, anche solo con magnanimità, in un mondo del cinema post-A proposito di Davis? Il film dei Coen si muoveva intorno alle medesime idee di questo, anche se era ambientato all’alba degli anni ‘60,