Gabriele Niola

Gabriele Niola

redattore
Di lavoro gioco ai videogiochi e guardo film. È questa la vita che volevo da bambino

Gli articoli di Gabriele Niola

Aggiornato il 22 febbraio 2019 alle 10:59

La maledizione di Lone Scherfig è quella di essere condannata a rimanere nel genere romantico. An Education e One Day avevano dimostrato che la regista partita con uno dei primissimi film Dogma (Italiano Per Principianti) poteva diventare una cineasta

Fabio De Luigi è il Ben Stiller di Alessandro Genovesi. Ma non il Ben Stiller demenziale e a tratti surreale di Tutti Pazzi Per Mary, ovvero quello smaccatamente comico che vive di trovate assurde e di una furia dinamica irresistibile, ma quello di Ti

Con i suoi 89 venerandi anni Clint Eastwood è solo il quinto cineasta più vecchio di sempre a dirigere un film, dietro ad alcuni centenari. Nonostante un set sia un luogo faticosissimo, nonostante girare un film preveda lunghissimi orari di lavoro

C’è un equivoco forte alla base di Copperman, cioè l’idea che anche solo lontanamente parli di supereroi, ma non è un equivoco interno al film, frutto di una cattiva realizzazione, sta semmai tra lo spettatore e il film. In altre parole Copperman
Qualche dollaro in più

La storia della carriera di Clint Eastwood è la storia del suo grugnito. Nonostante più della metà dei film da lui interpretati non abbiano il caratteristico suono roco della voce, quei personaggi incattiviti da tutto che parlano senza aprire la

Da Belle e Sebastien in poi il cinema franco-tedesco-svizzero sta sfruttando più che può le storie di montagna e animali, storie tradizionali possibilmente rilanciate negli anni ‘80 dall’animazione giapponese. Così dopo la storia di Belle (un successo

Maggio si avvicina. Tra poco meno di 3 mesi Thierry Fremaux annuncerà il programma del Festival di Cannes 2019. Tra meno di un mese, nella notte degli Oscar Netflix potrebbe trionfare con un film che era pronto per andare a Cannes ma che la regola

A poco dall’inizio di Il Corriere - The Mule, quando la trama entra nel vivo e il floricultore protagonista vede il suo grandissimo business finire in malora per la crisi e l’arrivo delle nuove tecnologie, sembra di capire quale dovesse essere il