ATTENZIONE: L’ARTICOLO CONTIENE SPOILER SUL FILM

Il vero titolo di 10 Cloverfield Lane, inizialmente, non era assolutamente collegato al blockbuster del 2008. Si intitolava Valencia ed era un progetto di Dan Trachtenberg, regista di un fan film del videogioco Portal.

Lo script del 2014 era piuttosto diverso da quello che è stato poi diretto, e vedeva come protagonista una teenager che si svegliava dopo un incidente d’auto e si ritrovava rinchiusa in una cantina con un custode che sosteneva che la società era stata devastata da un attacco nucleare.

The Film Stage entra nel dettaglio delle differenze tra lo script originale e quello “adattato” al contesto di Cloverfield. La premessa è la stessa ma il finale è molto diverso:

Il film termina con qualcosa di simile alla scena della fattoria nella Guerra dei Mondi di Steven Spielberg, con Michelle che fugge da Howard uscendo dal rifugio e ritrovandosi veramente in un mondo nel quale gli alieni ci hanno invasi e danno la caccia alle persone. Deve vincere con astuzia l’attacco di un “cane da caccia” vermiforme e poi eliminare una astronave dotata di una sorta di orifizio organico in una maniera molto simile a quella che utilizzava Tom Cruise. Successivamente si dirige verso Houston pronta a unirsi alla guerra contro gli alieni invasori.

Nello script originale, Michelle scappa dal rifugio e veniva inseguita nella fattoria da Howard, che vuole ancora “proteggerla”. Lei lo acceca con un lo spray anticalcare, e lui le racconta la sua tragica vita (vedovo, la figlia scomparsa, il tradimento di Nate). Lei gli spara al ginocchio e fugge. Alla fine del film lui è vivo, e la supplica di “fare attenzione”. Michelle viaggia su strade deserte e non trova nessuno a cui chiedere aiuto. Arrampicatasi su una collina, vede la skyline di Chicago devastata. Non sappiamo perché, non vengono date spiegazioni. Non sappiamo neanche cosa farà, sappiamo solo che Howard per quanto fosse strano aveva ragione. L’ultima riga dello script: “Lentamente, si toglie la maschera e fa un respiro”.

L’idea è che il coinvolgimento di Damien Chazelle nella sceneggiatura finale sia stato per questa porzione finale di film, anche se Trachtenberg nella nostra videointervista ha puntualizzato che quando si è unito al progetto gli elementi collegati all’universo di Cloverfield già c’erano.

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!