500 giorni insieme, Zooey Deschanel sul suo personaggio: non è una villain

500 giorni insieme

Quando, nel 2009, 500 giorni insieme, il film di Marc Webb con Joseph Gordon-Levitt e Zooey Deschanel è uscito nei cinema, oltre a generare un successo di critica e pubblico, ha generato anche una forte polarizzazione dovuta al trattamento, giudicato “poco corretto” che il personaggio di Summer, Sole in italiano, ha avuto nei riguardi di Tom.

Argomento, quello del comportamento di Summer in 500 giorni insieme, sul quale ha riflettuto di recente anche la sua interprete, Zooey Deschanel, che si è così espressa:

Sì, sento questa interpretazione della storia fin da quando il film è uscito. È una reazione molto emotiva. La gente voleva che questi personaggi restassero insieme, ma il fatto che questa eventualità non si verifica rende il film più interessante. Lei lo dice fin dal principio, che non vuole una relazione, ma lui ignora questa cosa. La scena più rivelatoria in tal senso è quella in cui lei le dice che non aveva mai detto quello a qualcuno prima di lui e lui trasforma tutto in una questione che ha a che fare con lui. Si fissa con questi dettagli – come che a lei piacciono i The Smiths – che non hanno nulla a che fare con lei in quanto persona. A tutta la gente che pensa che Summer sia una villain dico: provate a pensare un po’ più a fondo.

Cosa ne pensate delle parole di Zooey Deschanel su 500 giorni insieme? Se siete iscritti a BadTaste+ potete dire la vostra nello spazio dei commenti qua sotto!

FONTE: The Guardian

Classifiche consigliate

È necessario attenersi alla netiquette, alla community infatti si richiede l’automoderazione: non sono ammessi insulti, commenti off topic, flame. Si prega di segnalare i commenti che violano la netiquette, BAD si riserva di intervenire con la cancellazione o il ban definitivo.

Mostra il palinsesto