Durante un’intervista con ExtraTV, Anthony Mackie, grande amico e collega di Boseman, ha ammesso di non aver avuto ancora il coraggio di guardare Ma Rainey’s Black Bottom.

Sono passate poche settimane dall’uscita su Netflix del film basato sulla nota opera teatrale di August Wilson che rappresenta l’ultimo ruolo di Chadwick Boseman, scomparso prematuramente a causa di un cancro.

Mackie aveva interpretato un ruolo nella versione di Broadway, perciò è ancora più legato all’opera, ma lo è sopratutto alla luce del rapporto d’amicizia che lo legava a Chadwick Boseman:

Non l’ho visto ancora. Ho molto a cuore Ma Rainey’s Black Bottom visto il mio passato, e visto il mio rapporto con Chad non sono ancora riuscito, emotivamente, a sentirmi in grado di mettermi a sedere e accogliere quell’esperienza. Ora come ora non riuscirei a guardarlo per il suo valore artistico e per le interpretazioni dei protagonisti. Sarebbe troppo difficile emotivamente farne i conti.

L’opera segue la storia di Ma Rainey, interpretata da Viola Davis, pionieristica “regina del Blues” che stava realizzando il suo disco nella Chicago nel 1927, mentre nascevano tensioni tra il suo agente caucasico, il suo produttore e il resto della sua band.

George C. Wolfe (Lackawanna Blues) ha diretto il lungometraggio basandosi su una sceneggiatura di Ruben Santiago-Hudson. Denzel Washington ha prodotto il progetto insieme a Todd Black e a Dany Wolf. Constanza Romero figurerà come produttrice esecutiva.

Il resto del cast comprende anche Glynn Turman, Colman Domingo (Se la Strada potesse Parlare) e Michael Potts.

Il film è arrivato su Netflix il 18 dicembre.