Durante un’intervista con THR per la promozione di Doctor Strange nel multiverso della follia, Benedict Cumberbatch è tornato a difendere Doctor Strange per quanto accaduto in Spider-Man: No Way Home.

L’attore ha prima di tutto concordato con la dichiarazione secondo cui i personaggi non sono interessanti se non fanno errori: “Grazie! È la mia risposta a tutti coloro che criticano Strange dicendo che non è bravo in quello che fa. È stato praticamente perfetto fino a Spider-Man: No Way Home!”.

Ha poi aggiunto:

È un essere umano ed è stato un errore molto umano. [Strange] ha deciso di aiutare Peter con un gesto dotato delle migliori intenzioni. […] L’incantesimo avrebbe potuto avere successo, ma tutti dimenticano che Peter interrompe l’incantesimo più volte ed è ciò che manda tutto all’aria. [..] Non è colpa di Strange. Lui ha ragione a voler aiutare Peter, che supereroe sarebbe se non aiutasse altri supereroi?

[…]

Credo che qualcuno che ha a cuore una persona possa essere perdonato per aver fatto qualcosa con delle conseguenze. […] Sono molto d’accordo con l’idea che un supereroe possa fare errori a causa della sua umanità e sono felice che ne interpreto uno che sbaglia.

Rivedremo Benedict Cumberbatch nei panni di Stephen Strange in Doctor Strange nel multiverso della follia che sarà nelle sale dello stivale a partire dal 4 maggio, mentre in quelle americane dal 6 maggio. Trovate tutto quello che c’è da sapere sul lungometraggio diretto dall’acclamato Sam Raimi nella nostra scheda del film.

Cosa ne pensate? Se siete iscritti a BadTaste+ potete dire la vostra nello spazio dei commenti qua sotto! Se volete, potete restare in contatto con la redazione di BadTaste anche su Twitch!